Come soddisfare il cliente

E-commerceMarketing

Questo sarà il tema centrale della conferenza ? Distribuzione e largo
consumo? che il prossimo 27 novembre caratterizzerà a Milano Quid 2007

La soddisfazione del cliente, un argomento sempre più al centro delle strategie aziendali, soprattutto per quelle realtà che operano nella Grande Distribuzione Organizzata, ma anche un argomento sempre più difficile da focalizzare. Per fare il punto della situazione e quindi capire come servire il consumatore meglio, più velocemente e a costi più contenuti attraverso processi e tecnologie collaborative lungo la filiera della Gdo,il 27 novembre a Milano si terrà Quid 2007 la conferenza ?Distribuzione e largo consumo?, che sarà organizzata da Wise Media

Un anticipo dei temi che caratterizzeranno la giornata di lavoro si è avuto durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento,che si è focalizzata sull’identificazione automatica come abilitatore dell’Efficient Consumer Response.

?Il modo di relazionarsi con il cliente è cambiato – ha affermato Gaetano Giannetto, presidente di Epipoli -. C’è un fortissimo dualismo legato alla singola promozione o a una specifica marca. Le aziende della Gdo e i produttori sono latitanti, non c’è più innovazione, non ci sono più prodotti eccezionalmente utili. Nel punto vendita, i consumatori si trovano davanti a un’esposizione di belle copie: 60-70 tipologie di una stessa categoria merceologica declinata in forme e colori diversi. Per far fronte a questa situazione occorre creare punti vendita innovativi e introdurre innovazioni tecnologiche. Va però sottolineato che l’italiano si apre alle innovazioni tecnologie solo quando ne ricava un beneficio diretto o una semplificazione della vita quotidiana. E in ciò sta la chiave del successo dei programmai di fedeltà: coniugano infatti tecnologia e marketing per generare una concreta convenienza per i consumatori?.

Alle parole di Giannetto hanno fatto eco quelle di Roberto Schiavo, regional sales director Emea di Datalogic Scannin g. ?L’implementazione di nuove tecnologie e di nuovi standard nelle catene della Gdo come fattore distintivo e competitivo – ha affermato Schiavo ? sarà sempre di più la strada che segue il retailer per raggiungere l’eccellenza nella ricerca della customer satisfaction e per ottimizzare e razionalizzare i costi. Qualche anno fa il barcode era considerato una razza in via in distinzione e bisognava usare l’Rfid a tutti i costi; ora siamo tornati alla solidità delle cose e le due tecnologie si avviano verso la coesistenza. E fondamentale sarà il ruolo dei fornitori di tecnologie che sappiano portare alla soddisfazione dei clienti?.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore