Cometa cade a Seattle

MobilityNetworkWlan

Chiusa Cometa Network, startup del Wi.Fi. E’ stata aperta nel 2002 con
finanziamenti A&T, Intel Capital, Ibm, Apax Partners e 3i.

Un meteorite determinò, forse, la estinzione dei dinosauri. La Cometa caduta a Seattle non frenerà l’espansione delle reti wireless. Questa la reazione degli analisti di fronte all’annuncio della chiusura di Cometa Network, la startup wireless operante nel territorio della città americana. Operava da quattro anni, e fornica accessi Internet wireless con una rete di circa 150 hot spot. I risultati erano incoraggianti e la raccolta pubblicitaria locale riusciva a coprire le spese. “Avevamo intenzione di espanderci sull’intero territorio nazionale ? dichiara Kent Hellebust, vice presidente marketing di Cometa ? e questo avrebbe richiesto nuovi capitali. Gli investitori hanno giudicato insufficiente il piano per la raccolta pubblicitaria e hanno deciso di non finanziare l’iniziativa”. La decisione ha determinato la chiusura anche di quella che era una iniziativa pilota. Una società locale, di piccole dimensioni, non interessa agli investitori, tra i quali figurano A&T, Intel Capital, Ibm, Apax Partners e 3i. Gli hot spot per il collegamento wireless a Internet fanno parte, comunque, del futuro. Come tutte le iniziative giovani, sono soggette ad aggiustamenti di tiro in corso d’opera. Il mercato è nuovo e la bussola per trovare la giusta direzione non è ancora stata inventata.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore