Comitato dei Ministri per la società dellinformazione varati 10 progetti, per complessivi 161 milioni di , per portare il paese in rete

Workspace

Il Ministro Stanca Dopo le-Government un nuovo importante passo in avanti per la modernizzazione del Sistema Italia dalla parte di cittadini e imprese.

Come riporta il comunicato a cura dellufficio stampa del ministro per linnovazione e le tecnologie, il governo ha posto una serie di importanti tasselli nel processo di ammodernamento tecnologico del paese ampliando ulteriormente lutilizzo della rete. A soli due mesi dal varo del collegato alla finanziaria 2002 (legge n° 3/2003) che reca i fondi necessari, il comitato dei ministri per la società dellinformazione, presieduto dal ministro per linnovazione e le tecnologie, Lucio Stanca, ha infatti approvato ben 10 progetti di diversi dicasteri, con uno stanziamento globale di 161 milioni di ?;, per sviluppare luso dellinnovazione tecnologica. Dopo aver varato una serie di iniziative di e-Government, sia a livello centrale (portale nazionale del cittadino, carta didentità elettronica, etc.) che locale (ben 138 progetti già messi in cantiere dintesa con Regioni, Province e Comuni), ha detto il ministro Stanca, oggi abbiamo approvato iniziative concrete che riguardano cinque aree specifiche la competitività del Paese, la cultura nazionale, leducazione e lalfabetizzazione digitale, la telemedicina e le-Government attraverso lutilizzo più massiccio e proficuo delle tecnologie in rete. Si tratta di azioni che rientrano nelle linee guida che il Governo si è dato per sviluppare la società dellinformazione. I dieci progetti spaziano nei più diversi settori dellattività dello Stato, delle sue amministrazioni e arrivano a coinvolgere direttamente cittadini e aziende. Tra questi ci sono interventi per la creazione di una rete unica internazionale a banda larga che collegherà il nostro Paese con le proprie sedi allestero, non solo ambasciate ma anche uffici dellICE e rappresentanze varie, con un risparmio a regime di 10 milioni di ?; lanno; la realizzazione di una rete di distretti digitali della filiera produttiva del tessile e abbigliamento nel Mezzogiorno; la costituzione di un portale dei servizi alle imprese in grado di fornire loro on-line oltre una ventina di servizi; un progetto per aumentare diffusione e utilizzo delle comunicazioni elettroniche non solo allinterno delle amministrazioni pubbliche ma anche da e per i cittadini e le imprese; servizi di telemedicina soprattutto per gli ospedali delle 21 isole mediterranee ed i 47 nosocomi italiani attivi in 21 Paesi; e, non ultimo, il consolidamento della sicurezza della rete della Pubblica Amministrazione centrale con monitoraggio e gestione degli incidenti informatici, ma anche un piano di formazione e aggiornamento del personale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore