E-commerce, il 45% degli italiani cerca il prezzo vantaggioso

AziendeE-commerceMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Samsung e Confartigianato lanciano Maestros Academy in difesa del Made in Italy
1 4 Non ci sono commenti

Una ricerca Ipsos per Webloyalty scatta un’istantanea al consumatore online europeo. Per il 45% degli italiani il prezzo low-cost traina l’e-commerce

Dello shopping online, agli italiani piace la possibilità di risparmiare. Dalla ricerca di mercato condotta da Ipsos per Webloyalty emerge come il 45% dei consumatori italiani indichi il prezzo vantaggioso come leva principale per l’l’e-commerce. Il 26% è stato attirato dagli acquisti su siti di e-commerce grazie ai buoni sconto e ad altre formule di risparmio, contro il 25,8% della Spagna e il 24% in Francia. I rimborsi del cashback riguardano il 79% degli utenti italiani. Il cashback è il meccanismo che prevede il rimborso per il consumatore di una parte della cifra spesa per ogni acquisto effettuato online.

Il panorama dell’e-commerce in Italia si caratterizza come dinamico e in continua evoluzione – ha commentato Alexandre Cotigny, Direttore Generale Sud Europa di Webloyaltygrazie anche ad alcune peculiarità del mercato: la diffusione di smartphone e tablet, la propensione alla multicanalità da parte dei player e la soddisfazione per gli acquisti online. Ora un’adozione massiccia del cashback promette, come dimostrano le risposte date dagli utenti italiani, di fornire ulteriore impulso alla diffusione del commercio elettronico, permettendo di colmare almeno in parte il gap tuttora esistente con le economie più avanzate. Webloyalty opera da tempo in questo senso, e il portale “Acquisti e Risparmi ” è nato specificamente per incentivare l’e-commerce e promuovere l’iscrizione a programmi che garantiscono sconti su ogni acquisto online”.

Lo studio rivela le motivazioni che spingono a scegliere un sito per lo shopping online la prima volta: il prezzo vantaggioso è la ragione principale (45,2%, 51,6% in Spagna), seguito dalla comodità rispetto al negozio tradizionale (35,8%, in Spagna è il 38,4%) e dalla facilità nel trovare il prodotto desiderato (22,3%, in Spagna è il 25,7%). Mentre le prime 3 ragioni che spingono a ripetere l’acquisto sono: l’esperienza positiva vissuta con il primo acquisto (28,6%), un sito user-friendly (26,9%) e l’ampiezza dell’offerta che il sito propone; per i francesi la principale ragione rimane rappresentata dai prezzi (72%, contro il 32,9% di Spagna e il 21,7% Italia).

Ipsos per Webloyalty: agli italiani piace risparmiare con l'e-commerce
Ipsos per Webloyalty: agli italiani piace risparmiare con l’e-commerce
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore