Commissariamento Siae: la decisione è rinviata

NetworkProvider e servizi Internet

Nubi all’orizzonte sulla Siae. Ipotesi di commissariamento, mentre la Società Italiana Autori e Editori viene denunciata dall’Asmi

Siae nella bufera. Innanzitutto è stata denunciata dall’Asmi (Associazione Sistemi e Supporti Multimediali Italiana) che, insieme alle aziende Computer Support Italcard, Datamatic, Imation, Tdk Marketing Europe, Tx Italia, Verbatim, ha intrapreso una causa legale contro la Società Italiana Autori e Editori. L’oggetto del contendere è la “copia privata“, dopo circa un anno e mezzo dall’entrata in vigore del decreto legislativo 68/2003 in materia di diritto d’autore. Secondo l’Asmi si tratta di una tassa incostituzionale: e hanno infatti chiesto in tribunale l’incostituzionalità degli articoli del decreto che trattano il tema della definizione dell’equo compenso. L’Asmi ha registrato incrementi che in alcuni casi sfiorano il 3.000%. Tale aumento ha comportato un aumento dei prezzi di vendita, che sono stati anche dell’ordine del 60 per cento. Secondo Asmi, ciò ha provocato una flessione fino al 40% del mercato legale dei supporti di registrazione dall’introduzione della legge. La Società Italiana Autori e Editori, in una nota, ha replicato all’Asmi la legittimità del cosiddetto equo compenso per copia privata. Vedremo come andrà a finire la disputa. Nel frattempo altre nubi all’orizzonte si addensano sulla Siae, che fino a ieri ha rischiato il commissariament o. Tuttavia nelle ultime ore il Consiglio dei ministri ha discusso sulla relazione che il Ministro Urbani ha svolto sulla situazione della Siae, riservandosi di decidere nella prossima riunione. Dunque,decisione rinviata.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore