Computer Associates cade e riparte

Aziende

L’annuale conferenza di Las Vegas sarà utile a ridefinire le strategie
di CA, dopo il terremoto giudiziario che ha colpito i verticidell’azienda. Aperto un centro di supporto alle Pmi a Barcellona.

Tempo di cambiamenti in Computer Associates. La decisione è venuta dopo un anno turbolento, che ha visto la società nel mirino degli ispettori del fisco. Lo ha dichiarato unanimemente il management, in occasione del CA World, l’annuale riunione tenutasi a Las Vegas. Tra i primi risultati delle ispezioni della Commissione Cambi del Dipartimento di Giustizia, la destituzione da ceo di Sanjay Kumar (che attualmente ricopre la carica di chief software architecture), la revisione dei bilanci 2000 e 2001 e il licenziamento di un certo numero di persone, implicate nelle irregolarità contabili. L’intenzione del nuovo management di Ca è ora di fare piena luce sulle irregolarità in modo che non esistano zone d’ombra. “E’ mia intenzione ? ha affermato a Las Vegas Kenneth Cron, ceo ad interim di CA – di andare a fondo e voltare pagina. Sono accadute gravi irregolarità, questo è un fatto che nessuno può contestare o mettere in dubbio”. Voltare pagina è la parola d’ordine più pronunciata dal nuovo management, assieme alla volontà di riportare Computer Associates agli onori del mercato. Nel giro di due anni, ha promesso Cron, verranno ridefinite strategie e obiettivi. Poi, probabilmente, lascerà la carica di Ceo, che attualmente ricopre ad interim. La strategia futura porterà ad una evoluzione volta a integrare meglio tra di loro i vari prodotti. Questo quanto dichiarato ai partecipanti all’assemblea, dopo le dovute spiegazioni sulle indagini, ancora in atto, degli ispettori fiscali. Tra i progetti la creazione di una product line unificata che consenta ai gestori di It di controllare sicurezza, storage e altro mediante una sola console. Per quanto riguarda l’area Emea, CA ha recentemente aperto un Customer interaction centre (Cic) a Barcellona con l’intento di incrementare il supporto e le iniziative rivolte alle piccole medie imprese. La società investirà oltre 16 milioni di euro per la promozione degli investimenti rivolti alla creazione di servizi, tra cui studi di fattibilità, assistenza alla localizzazione, supporto per l’implementazione e follow-up. Il Cic avrà il compito di trovare nuovi clienti tra le Pmi e generare nuovo business.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore