Computer crimes navigatori più attenti alla sicurezza in rete

Sicurezza

Piccoli o grandi, i problemi di sicurezza causati agli utenti durante la navigazione in rete sono davvero tanti. Ormai la maggior parte dei surfer ne e’ consapevole e corre ai ripari.

WASHINGTON DC, WA (USA). In uno studio condotto e realizzato dal ‘Pew Internet and American Life Project’ emerge un dato molto interessante. Il 90% di coloro che hanno risposto all’indagine on line ha ammesso di aver cambiato le proprie abitudini in favore di una navigazione piu’ sicura. Il motivo e’ semplice. Ridurre al minimo le possibilita’ di incorrere in un malicious code oppure in un worm, per esempio, e’ una delle regole fondamentali per accrescere il proprio livello di sicurezza. Otto utenti su dieci, inoltre, hanno anche ammesso di prestare sempre maggiore attenzione nell’apertura degli allegati di messaggi e-mail, sempre a rischio virus. Quasi due su dieci, poi, hanno dichiarato di essere passati a programmi per il browsing alternativi a Internet Explorer, in conseguenza dei numerosi casi di insicurezza strettamente collegati ai numerosi bug del programma di Microsoft. Sembra dunque che fra gli utenti si stia davvero diffondendo un senso di autoresponsabilita’ che porta a una maggiore cautela nell’utilizzo dei piu’ ‘classici’ strumenti con cui si accede alla rete. StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore