Computex 2012 riparte da tablet e ultrabook

AziendeDispositivi mobiliLaptopMobilityWorkspace

Lenovo, Acer, Asus, Toshibae Samsung: i vendor del mercato Pc convergono a Taipei, al Computex 2012, per svelare i prossimi tablet e ultrabook con Windows 8. I processori sono Intel o AMD, ma anche Snapdragon. Gli ultrabook si avviano in un battibaleno. Anche Nvidia ha aggiornato GeForce per gli appassionati di gaming. In vetrina ci sono anche tablet Android Ice Cream Sandwich, ma la maggior parte si cimenta con Windows RT, l’OS di Microsoft per chip ARM, che sarà pronto in autunno. E il Computex 2012 non si fa trovare impreparato per l’era Mobile

Lenovo ha mostrato tablet con Windows 8: un ThinkPad da 10,1 pollici, con display touchscreen da 10,1 pollici (risoluzione di 1366×768 pixel), con un telaio nero resistente ai graffi e alle impronte. Il tablet di Lenovo sarà equipaggiato con un chip Intel Clover Trail, due fotocamere (posteriore da 8 megapixel, frontale da 2 megapixel), dotato di connettore dock, uscita micro-HDMI e un lettore per schede SD. Sottile 9,7 millimetri, vanta un’autonomia intorno alle 10 ore. Invece Toshiba ha svelato i concept di tablet con tastiera dock e slide. Samsung ha tolto i veli ai suoi ibridi Windows 8: Serie 5 Hybrid PC da 11 pollici, con slot per il pennino e videocamera frontale e retro. Ma sulle specifiche tecniche, bocche cucite.

Alla fiera di Taipei spiccava Asus Taichi, un notebook convertibile, con doppio schermo IPS Full HD (1920×1080 pixel su ambo i lati), retroilluminati a LED e indipendenti l’uno dall’altro; il Taichi è in grado di essere utilizzato come unlaptop tradizionale (e ultracompatto) su uno schermo o come un tablet sul secondo schermo presente sul retro, dopo averlo richiuso sulla tastiera. Originale è anche il Transformer AiO, un gigante da 18,4 pollici che funziona come PC all-in-one tradizionale o come tablet una volta staccato dalla base fissa: con il tocco di un tasto, passa da Windows 8 ad Android. Transformer Book è il tablet con chip Core i7: con HDD o SSD, 4 GB di RAM DDR3 e porte USB 3.0. Asus Tablet 600 è un tablet Windows 8 RT, dotato di chip Nvidia Tegra 3 quad-core con 2GB di RAM e, a differenza del Tablet 810 con chip Intel Atom, ha una fotocamera posteriore da 8 megapixel. Il Tablet 810 sfodera un pannello da 11,6 pollici (Super IPS+) da 1366×768, mentre il 600 monta un display da 10 pollici.

Acer ha rinfrescato la gamma Iconia Tab con Android: ICONIA Tab A110 è un tablet da 200 euro circam come Kindle Fire, con una diagonale da 7 pollici (risoluzione è di 1024 x 600 pixel), sistema operativo Android 4.0 Ice Cream Sandwich,  supporta le reti Wi-fi, il Bluetooth, si collega via USB e  GPS-A-GPS. La fotocamera è di 2 Megapixel frontale, in grado di catturare video in alta definizione (HD a 720p). La memoria interna è da 8 GB, espandibile attraverso uno slot per microSD/microSDHC fino a 32 GB di capacità. La batteria è  da 3240 mAh. Chip nVidia Tegra 3  quad-core a 1,2 GHz e RAM da 1 GB. ICONIA TAB A210 monta invece uno schermo da 10,1 pollici con risoluzione di 1280 x 800 pixelsupporto opzionale per il 3G e memoria interna da 8 o 16 GB.

Passiamo all’offerta Windows 8 di Acer: sono tutti multi-touch e con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel). I desktop sono Aspire 7600U e 5600U, con schermo da 27 pollici (7600U) e 23 (5600U), supporto a 64 diversi punti di tocco (7600U) e sonoro Dolby Home Theater. In ambito portatile, Acer ha rinnovato la gamma ultrabook con modelli della serie S7, che vantano schermo (rispettivamente) da 13,3 e 11,6 pollici, lunga durata della batteria (12 e 9 ore), scocca di alluminio “UniBody“, tastiera sensibile alla luce e un nuovo sistema di raffreddamento. Iconia W700 e Iconia W510 sono i tablet Windows 8: al prezzo di 999 dollari il primo e 799 il secondo, avranno schermo multi-touch da 11,6 e 10,1 pollici, audio Dolby Surround e porte I/O USB 3.0. Iconia W510, con tastiera opzionale che opera anche da dock station e durata della batteria estesa: Acer assicura fino a 18 ore.

Fronte ultrabook. Lenovo ripropone IdeaPad U310 e 410 con display da 13,3 e 14 pollici, già visti al CES, ma con Ivy Bridge e Windows 8. Fino a 8 GB di RAM, hard disk tradizionali con capacità fino a 1 TB o SSD da 32 GB, con avvio e accesso ai dati ultrarapido. completi di scheda video discreta NVIDIA, due ultrabook (rispettivamente, di 18 e 21 millimetri, di 1,7 e 1,9 Kg) vantano autonomia di 7/8 ore di batteria, sistema audio Dolby Home Theatre e tecnologia Intel WiDi per la trasmissione di video in alta definizione su display esterni.

Il primo ultrabook di Toshiba è Satellite U840W, con schermo da 14 polici in 21:9, con risoluzione da 1792 x 768. Pronto per Windows 8, permetterà di vedere un film senza venire incorniciato fra le “bande nere” laterali. Spesso 2 cm, ha una batteria che dura un giorno. Equipaggiato con processori Ivy Bridge, può supportare fino a 10GB di RAM, e arriva con un’interessante combinazione: hard drive da 500GB e SSD da 32GB. In metallo, vanta porte USB 3.0, supporto WiDi, e tastiera retroilluminata. Il Satellite U840W uscirà nel terzo trimestre al prezzo di circa 1,400 dollari.

Infine uno sguardo ai processori. Anche Qualcomm ha messo in mostra il primo tablet con SoC ARM e Windows RT. Il processore è uno Snapdragon S4 da 1.5 GHz e 2 GB di memoria, che nella demo ha gareggiato, ad armi pari, con i tablet Windows 8 x86: Liquid è in grado di gestire grafica 3D. Qualcomm ha confermato che i chip Qualcomm monteranno anche negli smartphone con Windows Phone 8 (nome in codice Apollo) che si integreranno con Windows 8.

Intel ha presentato 35 modelli di ultrabook, basati su processori Intel Core di terza generazione (i transistor tri-gate 3D realizzati a 22 nm) con tempi di risposta più veloci e focalizzati sulla sicurezza, grazie alla tecnologia Intel Anti-Theft (per disabilitare automaticamente i sistemi in caso di smarrimento o furto). Per il business e le aziende la sicurezza è garantita dalla terza generazione di Intel Core vPro. Assicurata una vasta gamma di formati con 110 design previsti per il prossimo anno.

A Taipei è stato avvistato un ibrido-prototipo di AMD insieme a Compal, in forma di tablet trasformabile con schermo da 11 pollici, dotato di APU Trinity A6, aggiornato con l’ultima Windows 8 Release Preview.

Infine Nvidia ha sfoderato GTX 680M e GeForce 670M e 675M per ultrabook. Segni particolare: architettura Kepler a 28 nanometri, vanta ben 1344 core CUDA, con frequenza di processore di 720 MHz (1800 MHz per le memorie), bus di memoria a 256 bit e fino a 2 GB di RAM GDDR5. Tutte specifiche che, secondo NVIDIA, permettono di migliorare dell’80% le prestazioni della top di gamma della stagione passata, la GTX 580M.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore