Comunica con me

Banda LargaNetwork

L’attenzione verso il settore della comunicazione genera una rinnovata offerta di soluzioni, anche in ambito di sicurezza.

Se Skype è nato per i consumatori ed è stato poi adottato della comunità dei professionisti, la comunicazione video ha da sempre vissuto in un suo limbo nella comunità degli utenti professionali e solo da poco è stata riportata all’attenzione dei consumatori. Questo per due fenomeni: lo sviluppo della messaggistica e la pressione commerciale dei fornitori di cellulari dotati di video camera.

Ora che anche Skype, ma non solo (Google Talk è un altro esempio), si apre anche alla comunicazione video, registriamo un rifiorire dell’offerta di oggetti per il consumatore evoluto, come il Communicator di Polycom o come la Quickcam Messenger di Logitech che da poco viene offerta con Norton Internet Security 2006 di Symantec.

Infatti non basta curare le prestazioni di voce e di video. La diffusione di questi strumenti di comunicazione porta con sé anche diffuse preoccupazioni di sicurezza e di protezione della privacy.

Una soluzione di sicurezza efficace deve proteggere gli utenti di email, chat e Im (voce e video) senza rilascio non voluto di informazioni o violazioni della privacy di chi comunica.

Anche Microsoft è al lavoro sul futuro Windows Vista per curare particolarmente il parental control e creare un ambiente internet aperto e facile, ma protetto.

Le funzionalità dei nuovi strumenti di video comunicazione sono dunque influenzate da un uso diffuso tra utenti privati e utenti aziendale. E il design aiuta a interpretarle nella vita di tutti i giorni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore