Comunicare online secondo Microsoft

NetworkProvider e servizi Internet

Msn dopo il music store conferma le sue strategie mediatiche grazie a IM. Ma Google e altri portali non si fanno intimidere

L’Instant Messenger sta rivoluzionando i costumi, almeno nei flirt a distanza: così sostiene Msn dopo aver condotto una ricerca a livello mondiale, su tredici mercati dal Brasile all’India, in cui il 40% degli intervistati ha ammesso di aver fatto ricorso alla messaggistica instantanea per fissare un appuntamento. Il corteggiamento non è però uno dei cardini dell’IM che sta diventando un tool sempre più apprezzato tra quelli che “fanno la differenza”. Anche Google vuole dotarsi, come già Yahoo! Messenger e Aim di Aol. L’ Instant Messenger è decollato, ormai da anni, anche grazie al supporto alle attività professionali in ambito aziendale: permette comunicazione in tempo reale, è rapido e versatile. Dopo che Google ha riportato l’euforia da New economy, come prima dello scoppio della famigerata bolla speculativa, ora vuole sfidare Microsoft sul vivo: si vocifera di un browser e, per restare in tema di comunicazione online, di uno strumento IM. Google, già protagonista del social networking di Orkut, sa che la socialità è una delle chiavi di lettura del successo di strumenti come l’Instant Messenger. Per ora sono voci di blogger, in futuro si vedrà. Dal canto suo, Msn risponderà presto al contrattacco di Google, con un nuovo search engine. Ma la sfida a distanza è ancora tutta da giocare. Nel frattempo l’ultima novità tra gli IM è un’originale e simpatico plug in, per ora gratuito: IMvu , disponibile all’url www.imvu.com , che trasforma una chiacchierata in un cartoon 3d con tanto di Avatar e personaggi virtuali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore