Con il Magic Mouse e i nuovi iMac, Apple sfida Seven nell’era multi-touch

PCStampanti e perifericheWorkspace

Per contrastare Windows 7, Apple aggiorna la gamma Mac con nuovi iMac dotati di chip Intel Core i5 e i7 e schermi più ampi, aggiorna il MacBook bianco con case Unibody e i Mac Mini con processori più potenti. Ma la sorpresa è Magic Mouse, il mouse multi-touch, senza tasti e senza fili. Oltre 3 milioni di Mac venduti, hanno appena regalato a Apple la trimestrale più profittevole di sempre: utili in rialzo del 47%. Ecco una panoramica sulle principali novità di casa AppleI nuovi iMac: schermi più luminosi, processori più potenti e il Magic MouseEcco Magic Mouse, il mouse multitouch di AppleI nuovi iMac si interfacciano con l’Apple RemoteApple fa il lifting al MacBook da 13 polliciApple lancia nuovi Mac e il Magic mouse multi-touchI Mac regalano a Apple una trimestrale da record

Con il tempismo tipico di Apple nell’era Steve Jobs, la Mela ha anticipato di 24 ore Windows 7 di Microsoft, lanciando nuovi iMac, un MacBook rinnovato, ma soprattutto Magic Mouse, un mouse multi-touch. Un mouse senza tasti e senza fili: tanto per ricordare a Microsoft che, se Windows 7 è il sistema operativo touchscreen per i Pc da sfiorare con un dito, a sdoganare il touchscreen è stata Apple con iPhone. Insomma, per mettere i puntini sulle i.

Apple fa dunque a sorpresa il cambio di stagione, rinnovando la gamma Mac con nuovi iMac, MacBook e i Mac Mini. I nuovi iMac hanno schermi più grandi e sono dotati di chip Intel Core i5 e i7. Inoiltre gli iMac fissi “all-in-one” guadagnano una nuova struttura in alluminio. Gli schermi sono retroilluminati a LED. I nuovi iMac sono disponibili in due modelli da 21,5 e 27 pollici, entrambi widescreen con rapporto di 16:9, dedicati alla visione in alta definizione e dotati di tecnologia IPS. Oltre alle slot SD, hanno schede grafiche NVIDIA GeForce 9400M, la Radeon HD 4670 e le Radeon HD 4850. Il modello da 21,5 pollici con processore da 3,06 GHz con scheda grafica Radeon HD 4670 costa 1099 euro. Gli altri Mac costano 1499 e 1799 eur o.

Nuovo è anche il MacBook bianco, che diventa “unibody” (composto da un unico blocco di policarbonato) e assume le forme dal MacBook Pro in alluminio: a scaffale da 899 euro, con chip da 2,26 GHz.

Infine i Mac Mini: non cambiano nel look, ma si dotano di chip più potenti (Core 2 Duo da 2,26 e 2,53 GHz), HD di maggiori capacità (160 e 320 GB). Il modello da 2,53 GHz conquista 4 GB di Ram. Il Mac mini server ha il sistema operativo ad hoc e due dischi per un totale di 1 TB, ma è privo di lettore ottico. Il nuovo Mac mini entry-level costa a partire da 549 eur o; la versione da 2,53 Ghz 749 euro; il Mac mini server 949 euro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore