Con Poste Italiane bollette e telegrammi diventano mobili

NetworkProvider e servizi Internet

Da oggi parte il servizio ai titolari di una sim PosteMobile, associata con prepagata di PostePay o a un conto BancoPosta. Prezzi e disponibilità

Annunciato da mesi, da quando Poste Italiane è diventato operatore mobile virtuale, finalmente parte oggi il servizio con cui le bollette e i telegrammi

si pagano via cellulare.

Il servizio è disponibile per i titolari di una sim PosteMobile, associata con prepagata di PostePay o a un conto BancoPosta.

Il costo per ogni operazione ammonta a 1,15 euro (15 cent è il costo di accesso da cellulare) a cui vanno aggiunti 60 centesimi se si richiede la ricevuta di pagamento cartacea. Senza questa a provare l’avvenuto pagamento sara’ una mail o un sms ricevuto sul telefonino.

E’ sufficiente visualizzare sul menu’ della SIM, l’opzione ‘Acquista e Pag a e poi Bollettino e seguire le istruzioni indicate sul display del cellulare.

Per inviare telegrammi in Italia e all’estero, bisogna entrare col cellulare sul portale WAP, cliccare sull’icona Telegramma e digitare il testo, come per un Sms. Al termine dell’operazione il cliente ricevera’ un SMS di notifica dell’avvenuta transazione e, se richiesto, un messaggio e-mail all’indirizzo di posta elettronica

selezionato.

Finora in Italia gli operatori mobili virtuali non sono riusciti ad aggredire il mercato mobile con tariffe davvero competitive: forse pagano il dazio di

essere partiti in ritardo rispetto al resto d’Europa. Vedremo se Poste Mobile riuscirà a dare una spinta ai Mvno italiani.

Certo, il fatto che il servizio costi 15 centesimi più rispetto all’ufficio postale, non è detto che aiuti a eliminare le code alle Poste.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore