Con Snow Leopard, Mac Os X divorzia dai PowerPc

Aziende

Apple ha deciso che Mac Os X, dalla versione 10.6 in poi, non girerà più sui vecchi PowerPc, ma solo sui Mac con chip Intel

Dopo la fine dei MacBook (ora diventati, tranne il modello bianco, spariscono, e rimangono i MacBook Pro o MacBook Air), Apple con il Wwdc ha stabilito un’altra discontinuità col passato. Con Snow Leopard , Mac Os X divorzia dai PowerPc.

Infatti Apple ha deciso che Mac Os X, dalla versione 10.6 in poi, non girerà più sui vecchi PowerPc, ma solo sui Mac con chip Intel.

Supportare un nuovo sistema operativo su vecchio hardware, è troppo cososto e Apple ha detto basta. Del resto, vorrà pur vendere i nuovi MacBook Pro e MacBook Air a prezzo ridotto , presentati in pompa magna a Wwdc.

Inoltre, Snow Leopard, oltre a GrandCentral Dispatch e OpenCL (per il supporto al multi-core e al sistema grafico aperto), conquista anche il supporto nativo a Microsoft Exchange, il che lo rende appetibile agli utenti corporate. Lo completono poi un Finder più flessibile, un backup più veloce con Time Machine e la video chat a più alta risoluzione. Il tutto a prezzi competitivi (Snow Leopard sarà disponibile a settembre a 29 dollari – Family Pack da 49 dollari). Il supporto a Exchange è incluso nel prezzo. Infine, Snow Leopard promuove la transizione a 64-bit.

Segui e guarda le immagini del Wwdc LIVE 2009 sul Blog Eventi di NetMediaEurope

Per essere sempre aggiornato sulle ultime notizie del mercato iscriviti alle newsletter di NetMediaEurope, clicca qui !

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore