Concorrenza spietata

Autorità e normativeNormativa

Microsoft fa pace con l’Antitrust Ue. Il lungo braccio di ferro che contrapponeva Ue e Microsoft (in due capitoli distinti: prima Windows media player e l’interoperabilità; poi Internet Explorer e il mercato browser) si trascinava dal 2004: Microsoft ha ricevuto multe Antitrust dall’Unione europea per un totale di 1,68 miliardi di euro. Per una disputa che si chiude, un’altra che si ri-apre: Intel dovrà affrontare le accuse della statunitense Ftc (dopo aver chiuso il fronte con Amd, sborsando 1,25 miliardi di dollar

i). Per l’acquisizione di Sun e Oracle, infine, si aspetta il via libera dell’Antitrust Ue: anche qui, la querelle su MySql ha messo i bastoni fra le ruote a Oracle

Nuove nomine della Commissione Europea: Viviane Reding dalle Comunicazioni alla Giustizia; al suo posto Neelie Kroes.

Fuori Viviane, dentro Neelie Kroes, altra dura e pura proveniente dall’Antitrust dove le unghie le ha già esercitate parecchio nelle diatribe della Commissione con Microsoft.

Oggi, nel momento in cui si chiude l’annosa disputa Antitrust tra Ue e Microsof t, è Intel a tornare sulla graticola: succede in Usa con la Ftc.

Microsoft ha ricevuto multe Antitrust dall’Unione europea per un totale di 1,68 miliardi di euro, a partire dalla prima sanzione Antitrust Ue nel 2004, comminata dall’allora commissario Mario Monti.

E, mentre sta per chiudersi l’indagine Antitrust sull’acquisizione da oltre 7 miliardi di dollari di Sun da parte di Oracle, in tanti si chiedono: a chi toccherà la prossima volta? La concorrenza è spietata per tutti (anche Google lo sa).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore