Condanna, ma niente carcere per il creatore di Winny

CyberwarSicurezza

Il peer to peer torna a perdere in tribunale anche in Giappone

Il creatore del software peer to peer Winny è stato condannato in Giappone per aver favorito la violazione del diritto d’autore, ma evita il carcere. Isamu Kaneko è stato inoltre condannato a pagare 1,5 milioni di yen per danni al copyright e alla violazione della proprietà intellettuale. Il pm di Kyoto aveva chiesto un anno di reclusione, per supporto alla pirateria digitale. Si tratta della prima volta in cui un creatore di software, e non una software house (come per Kazaa eccetera), viene riconosciuto colpevole dei reati commessi dagli utenti del suo programma.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore