Condé Nast porta le sue riviste su Apple iPad

Aziende
Colpevole: Apple fece cartello sui prezzi degli e-book con gli editori

GQ sbarcherà su Apple iPad ad aprile, seguito da Wired e Vanity Fair a giugno. Poi sarà la volta di The New Yorker e Glamour in estate. Ma Condè Nast vorrebbe mettere pace fra Apple e Adobe Flash

Apple iPad rappresenta la “terra promessa” per molti editori. Condè Nast sta per svelare la sua strategia per portare le sue riviste su Apple iPad: GQ sbarcherà su Apple iPad ad aprile, seguito da Wirede Vanity Fair a giugno; poi sarà la volta di The New Yorker e Glamour in estate. Tutti disponibili via iTunes, la nuova edicola digitale.

Dopo un lungo inverno per la stampa, investire iin Apple iPad profuma di primavera. Non solo perché iPad arriverà a scaffale a fine marzo, ma perché rappresenta una svolta nel traghettamento dalla carta all’edicola digitale. Finalmente qualcosa di più allettante per l’advertising (dopo la lunga crisi della pubblicità sui giornali e i periodici cartacei).

Ma Condè Nast vorrebbe anche mettere pace fra Apple e Adobe Flash : Steve Jobs ha disseppellito l’ascia di guerra contro Flash (preferendogli l’Html 5), ma per l’editore “glamour” per eccellenza Adobe e Apple dovrebbero siglare una tregua. Com’è noto Flash non salirà su iPad.

GUARDA: SLIDESHOW: Apple iPad, tutte le immagini

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore