CondéNet abbraccia Vista per incentivare le lettrici sul web

AziendeSistemi OperativiWorkspace

Massimo Crotti, direttore generale della divisione online di Condé Nast, spiega le finalità dei gadget per Windows Vista, lanciati su Style.it e Glamour.com. Convinto che la tecnologia sia un valido servizio

Il lancio di nuovi gadget tecnologici sui siti di Style.it e Glamor.com ci dà lo spunto per fare due chiacchiere con Massimo Crotti, direttore generale CondéNet (la divisione online di Condé Nast, che edita le due testate). Lo spunto è interessante, in quanto la tecnologia diventa un servizio alle lettrici, sempre più appassionate di online, che vogliono interagire con le testate giornalistiche su web. “Abbiamo circa 2.500 blogger attive che si sono create un blog entrando nella nostra piattaforma – spiega Crotti -. Con i nuovi gadget lanciati per Windows Vista abbiamo deciso di offire agli utenti la possibilità di avere le notizie direttamente sul proprio pc, con l’intento di creare anche una maggiore interazione con il direttore o con la redazione delle riviste”. I nuovi gadget di Syle.it e Galmour.com, una volta scaricati sul desktop, consentono agli utenti di visualizzare notizie aggiornate su celebrità e mondo della moda, senza doversi collegare ogni volta al sito, grazie ai feed Rss.

Il fatto di aver sviluppato questo progetto per Vista rappresenta per la società una sfida ancora maggiore, dal momento che Vista fatica a decollare nell’ambito consumer. “Per quanto ci riguarda, i gadget per Windows Vista ci permettono di essere presenti là dove fiutiamo un’opportunità interessante– spiega Crotti -:da un lato per distribuire il nostro prodotto editoriale, dall’altro per cercare di sposare la tecnologia come parte rilevante di quello che sarà il nostro sviluppo come editore online. In un certo senso, vogliamo fornire agli utenti che ci frequentano quotidianamente delle occasioni di interrelazioni con noi. Ci sembra che Vista possa avere le caratteristiche giuste per raggiungere l’obiettivo, soprattutto può coinvolgere quelle lettrici attente ai contenuti editoriali ma anche esperte di tecnologia”.

E continua: “Il tipo di donna che frequenta i nostri siti ha un profilo di istruzione e un livello di reddito alti e questi fattori sono stati i punti chiave che ci hanno permesso di capire che la nostra utenza ha quella marcia in più per affrontare internet a 360 gradi”. Intanto per CondèNet, questo rimane un test rilevante dal momento che è il primo progetto a respiro internazionale, che vede coinvolti Regno Unito, Francia e prossimamente anche Cina, ma che non terminerà qui.

“Proporremo ancora nuove operazioni come quella realizzata per Vista –conclude Crotti – e continueremo a sviluppare il concetto di internazionalizzazione del network. Il fatto di ragionare sempre di più su prodotti tecnologicamente avanzati sarà il filo conduttore della società nel 2008”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore