Conferenza europea sull’e-Government: l’Unione Europea seleziona 65 best practices nella Pubblica Amministrazione

NetworkProvider e servizi Internet

Como, Villa Erba, 7 e 8 luglio 2003.

Come comunica l’uffico stampa del Ministero per l’Innovazione e le Tecnologie, sono 65 le best practices della Pubblica Amministrazione europea che la UE ha selezionato in vista della Conferenza europea sull’e-Government in programma a Como, Villa Erba il 7 e 8 luglio prossimo. La conferenza, organizzata congiuntamente dalla Commissione e dal Governo italiano, prevede la partecipazione dei Ministri dell’e-Government e delle telecomunicazioni provenienti da circa 40 paesi: al centro del dibattito sarà il ruolo della tecnologia nel riuscire a fornire alla Pubblica Amministrazione europea servizi maggiormente personalizzati e completi che ne migliorino la produttività e l’affidabilità. “L’accelerazione del processo di sviluppo di servizi di e-Government più personalizzati e completi e l’aumento di produttività riscontrabile nella Pubblica Amministrazione europea è per me – sostiene Erkki Liikanen, Commissario europeo per l’Information Society – un motivo di incoraggiamento. Questa conferenza evidenzierà una serie di misure di ordine pratico necessarie per un miglior funzionamento del settore pubblico e sarà la prova evidente della determinazione dell’Europa nel perseguire l’attuazione del Piano di Azione e-Europe 2005″. La Conferenza di Como sarà un evento particolarmente importante nel calendario della Presidenza Italiana dell’Unione. Ne è convinto Lucio Stanca, Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, secondo il quale ” l’e-Government è una priorità assoluta sia per la Commissione che per il Governo italiano. La scelta delle 65 migliori best practices a livello europeo è un passo fondamentale per rendere la Pubblica Amministrazione europea più efficiente, un grande contributo al rilancio della competitività europea e la dimostrazione di quale ruolo importante possano avere le tecnologie nel migliorare il rapporto tra Pubblica Amministrazione e cittadini e tra PA e imprese “. Le best practices prescelte sono una prova evidente dei cambiamenti necessari nell’organizzazione interna e nelle competenze tecniche delle amministrazioni pubbliche per permettere ai processi di e-Government di poter sviluppare completamente il proprio potenziale. Durante la Conferenza di Como i Ministri presenti potranno rendersi conto personalmente dell’attuazione di queste best practices visitando un’esposizione appositamente allestita a Villa Erba. Le 65 best practices presenti a Como sono state scelte tra 357 progetti da un gruppo di esperti indipendenti. Hanno partecipato alla gara 14 Stati Membri dell’Unione, 12 tra Paesi Candidati e futuri Membri dell’Unione, più Svizzera, Norvegia e Islanda. Delle 65 best practices prescelte 13 sono italiane e sono state messe a punto da enti pubblici che hanno elaborato modelli di e-Government di successo al fine di migliorare e facilitare il rapporto tra pubblica amministrazione, imprese e cittadini. La lista completa degli espositori è pubblicata sul sito Internet http://www.e-europeawards.org/ La Conferenza terminerà con una Dichiarazione Finale congiunta dei Ministri presenti e l’assegnazione dei Premi e-Europe Awards alle migliori best practices in mostra.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore