Confermata la cessione di Pebble a FitBit

AcquisizioniAziende
Fitbit acquisisce la startup Vector

Chi indossa dispositivi Pebble al polso non avrà diritto all’assistenza clienti e si ritroverà con una garanzia non più valida

FitBit ha acquisito il pioniere degli smartwatch, Pebble, in seguito a una trattativa lampo, durata pochi giorni. La cessione di Pebble a FitBit, secondo Bloomberg, è un’acquisizione limitata agli “asset strategici di Pebble”: la proprietà intellettuale, i talenti e i tester. Designer e altri dipendenti non sono coinvolti , mentre i prodotti, anche quelli già commercializzati,  sono venduti solo per coprire i debiti con cui Pebble, pioniere degli smartwatch, dà l’addio al mercato. Il vendor di orologi smart è infatti indebitato e non riesce a sopravvivere, nell’arena della Wearable tech, sovraffollata dalla concorrenza dei grandi colossi.

Wearable tech, Pebble è acquisita da Fitbit: quali conseguenze per i clienti di smartwatch dell'azienda?
Wearable tech, Pebble è acquisita da Fitbit: quali conseguenze per i clienti di smartwatch dell’azienda?

In primavera, Fitbit , l’azienda californiana conosciuta per i suoi dispositivi indossabili – i bracciali e i fitnesswatch con i chip per monitorare attività fisica –, ha acquisito alcuni asset di Coin, azienda di elettronica di consumo con a portafoglio alcune soluzioni interessanti per i pagamenti attraverso dispositivi wearable.

Pebble non “opererà più come azienda indipendente”, quindi verranno lasciati soli i dipendenti “non chiave” del vendor di smartwatch, ma anche per gli utenti che hanno comprato i suoi prodotti. Chi indossa dispositivi Pebble al polso non avrà diritto all’assistenza clienti e si ritroverà con una garanzia non più valida.

Pebble è lo smartwatch nato dal crowdfunding e diventato una delle storie di maggior successo su Kickstarter, purtroppo però non ha saputo gestire la crescita, finendo per inciampare in gravi difficoltà finanziarie. L’ultimo modello è il Pebble Time Round, più leggero, più sottile, più confortevole, più elegante dal punto di vista estetico, ma che oggi rimane senza garanzia per chi lo ha comprato.

Tra luglio e settembre 2016, il mercato di dispositivi indossabili ha contato 6,1 milioni di unità venduti. Secondo Canalys, la wearable tech ha messo a segno un incremento del 60% rispetto al 2015. Questo dato contrasta con il crollo del 52% registrato da Idc nel terzo trimestre, a quota 5,6 milioni di dispositivi. Il modello più gettonato è Apple Watch, in grande spolvero fra i regali di Natale, secondo il Ceo Tim Cook.

WhitePaper – Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il Whitepaper:  Sei requisiti chiave per il successo nell’application economy

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore