Conflitto USA/Cina intensifica attività degli hacker

Sicurezza

Forte aumento negli attacchi ai siti americani e cinesi

Si intensifica la sfida tra gruppi di hacker cinesi e americani. Si è diffusa rapidamente la notizia dellaumento di attacchi degli hacker a partire dal 1° maggio. Tuttavia, gli esperti del settore, ritengono sia errato attribuire esclusivamente agli hacker delle due nazioni la responsabilità degli attacchi. In effetti, altri pirati potrebbero sfruttare le tensioni tra i due paesi, per mascherare azioni da altre parti del mondo. Nelle ultime 24 ore sono stati presi di mira circa 40 siti americani e cinesi che vanno a sommarsi alle centinaia dellultimo mese. Sarah Gordon, ricercatrice di Symantec, azienda leader nei sistemi di sicurezza, commenta Non ci sono prove che questi attacchi siano compiuti realmente da hacker americani o cinesi. Il mondo virtuale consente di mantenere facilmente lanonimato. A questo si aggiunga il modo pericoloso in cui alcuni computer vengono usati, per esempio a scopi di propaganda, ed ecco che Internet diventa uno strumento ideale per il cybercrimine e il terrorismo. Sul problema cinese in particolare, un portavoce di iDefense afferma Il governo cinese cerca di controllare Internet da vicino per filtrare linfluenza occidentale, e questo ci lascia il legittimo sospetto che per lo meno stia chiudendo un occhio sullattività degli hacker.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore