Consorzio Re.Media: un ruolo attivo

Autorità e normativeNormativa

Il consorzio è entrato a far parte dei Sistemi Collettivi di raccolta
gestione dei Raee che hanno dato vita al Centro di coordinamento previsto nel
decreto legislativo 151/05.

L’attività del Consorzio Re.Media, impegnato nello smaltimento dei rifiuti tecnologici, entra nel vivo e assume un ruolo attivo, grazie alla sua partecipazione all’interno del Centro di coordinamento previsto dalle normative. La nuova istituzione avrà il compito di garantire la gestione corretta efficiente e trasparente di tutta la filiera Raee e giocherà l’indispensabile ruolo di ?arbitro? tra i vari Sistemi Collettivi presenti in Italia, affinché questi operino con modalità eque ed omogenee in tutto il territorio nazionale. ??Con la costituzione del Centro di coordinamento ? ha spiegato Roberto Lisot, presidente del Consorzio Re.Media – abbiamo creato un altro tassello indispensabile all’avviamento del sistema Raee nel nostro paese. Questo è un ulteriore segnale alle istituzioni al fine di portare rapidamente a compimento l’iter relativo alla pubblicazione dei decreti attuativi e la nostra volontà di rendere operativo il sistema in tempi brevi?. Il Ministero dell’ambiente dovrebbe pubblicare a breve termine i decreti attuativi del decreto legislativo 151/05, che dovrebbero sancire l’avvio del sistema di smaltimento dei Raee domestici dal prossimo 1 luglio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore