Context: A fine anno, il risveglio del mercato Pc consumer europeo

AziendeMercati e Finanza
Context: A fine anno, il risveglio del mercato Pc consumer europeo
1 4 Non ci sono commenti

I Pc consumer hanno registrato un incremento del +3% anno su anno nel quarto trimestre 2015, grazie agli ibridi 2-in-1 convertibili con tastiera staccabile. L’analisi di Context

Il 2016 sarà ricordato come uno degli anni neri del mercato Pc, ma le vendite consumer, a fine anno, hanno dato segni di risveglio. Secondo Context, il mercato Pc in Europa, nell’ultmo trimestre dell’anno, è rimasto fermo al palo: ha segnato un lieve calo dello -0.1%, contro la gelata di un anno fa, -3% del 2015.

Context: A fine anno, il risveglio del mercato Pc consumer europeo
Context: A fine anno, il risveglio del mercato Pc consumer europeo

Il miglioramento è stato trainato dai Pc di fascia consumer, tornati a crescere durante la stagione natalizia”, ha spiegato Marie-Christine Pygott, analista senior di Context. “I Pc consumer hanno registrato un incremento del +3% anno su anno nel quarto trimestre 2015, grazie ali ibridi 2-in-1 convertibili con tastiera staccabile”.

Il segmento Business ha invece segnato un declino del -5%, flessione dovuta anche alle buone performance di un anno fa, quando le vendite business beneficiavano della migrazione da XP e dal lancio di Windows con Bing nell’arena commerciale.

L’ultimo trimestre del 2015 è stato caratterizzato dall’eccesso di inventario del canale PC, e i distributori hanno visto i livelli di stock ridursi in maniera accettabile. La transizione a Windows 10 sta accelerando in maniera significativa durante  ilQ4 2015. Mentre Windows 10 Home deteneva in Europa il 44% delle vendite di Windows Home PC ad ottobre, la percentuale è balzata al 69% a novembre e si è impennata all’80% nel mese  conclusivo dell’anno. In Europa ci sono evidenti segnali di risveglio del mercato Pc. Speriamo siano confermati in futuro.
Country break-down: Q4/2015 year-on-year

Germania                            -3.5%

UK                                         10.0%

Italia                                     -3.3%

Spagna                                   8.3%

Francia                                -9.2%

Olanda                      2.0%

Svezia                                              -16.3%

Svizzera                       5.9%

Austria                                 -3.3%

Polonia                        -5.3%

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore