Controlli sul copyright Reuters

Aziende

Reuters ha deciso di implementare la soluzione Fast per identificare e
controllare i contenuti distribuiti ai propri clienti su Internet

Il controllo sull’utilizzo dei propri contenuti da parte di un’agenzia internazionale multimediale come Reuters è fondamentale per proteggere i propri prodotti e verificare l’eventuale violazione del copyright. L’agenzia ha quindi annunciato che utilizzerà la soluzione software SDA (Service Derivative Application), sviluppata da Fast per identificare e controllare i contenuti di Reuters su Internet. “In qualità di maggiore agenzia internazionale multimediale e di principale content provider, Reuters deve monitorare attentamente come i propri contenuti, protetti da copyright, vengono utilizzati da parte degli abbonati e del pubblico in generale”, ha spiegato Paul Hansford, Global Head of Content Quality di Reuters. “La capacità di Fast di filtrare ed estrapolare notizie da migliaia di fonti, in più lingue, con la più assoluta rispondenza alle necessità dei nostri abbonati, risponde alle nostre esigenze. L’implementazione di Fast Esp ci aiuterà inoltre a tenere traccia delle violazioni al copyright contribuendo a proteggere la nostra corporate identity”. Il News Distribution Service (Nds) di Reuters utilizza già Fast Esp (Enterprise Search Platform) per fornire a migliaia di abbonati ai servizi informazioni personalizzate di altissima rilevanza in merito agli articoli in fase di realizzazione e l’impiego dell’applicazione di monitoraggio permetterà all’azienda di capitalizzare l’uso corrente di Fast Esp. La soluzione Fast Esp aiuta le aziende ad avere una visibilità a 360 gradi sia sui dati strutturati, memorizzati all’interno di database, sia su quelli non strutturati contenuti in documenti, messaggi di posta elettronica, presentazioni, pagine Web ed altri ancora.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore