Convergenza, Web 2.0, tecnologie Open, Green It: la ricetta di Sony contro la crisi

Aziende

Sir Howard Stringer, Ceo di Sony, sul palco del Ces ha dettato i nuovi diktat per salvare l’elettronica di consumo dallo spettro della recessione. Ecco i sette imperativi di Sony

Sir Howard Stringer, Ceo di Sony, sul palco del Ces ha dettato la sua ricetta anti-crisi. La convergenza è un imperativo categorico. E al Ces 2009, dove finalmente Internet va in Tv (e non più cannibalizzata, ma da protagonista in salsa Web 2.0 e con i widget), la convergenza smette di essere una parola retorica o un’utopia, ma diventa qualcosa di tangibile e concreto.

Al Ces Sony non ha solo lanciato il Sony Vaio P , l’ultraportatile da 640 grammi e 8 pollici. Sony ha voluto dire la sua per allontanare lo spettro della recessione: la convergenza dell’intrattenimento e della tecnologia super-connessi (convergence of networked entertainment and technology) è la medicina per salvare l’elettronica di consumo.

In realtà gli imperativi del Ceo di Sony contro la crisi sono ben sette: abbracciare la convergenza dell’IT, Consumer Electronics, e dell’entertainment; focalizzarsi sul valore aggiunto dei servizi clienti; fare prodotti versatili e multi-uso; supportare le tecnologie aperte (open); adottare il social networking e i contenuti generati dagli utenti stile Youtube (user-created content); realizzare prodotti si costruisce l’un sull’altro; Green.

Segui il Ces 2009 su Blog Eventi di NetMedia Europe

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore