Cop 21, Bill Gates lancia l’alleanza per l’energia rinnovabile

AziendeFinanziamenti
Cop 21, Bill Gates lancia l'alleanza per l'energia pulita
8 9 1 commento

Bill Gates ed altri 27 membri – fra i quali Mark Zuckerberg, Jeff Bezos e Niel – hanno annunciato la creazione di Breakthrough Energy Coalition, un fondo che investirà in aziende dedite alla ricerca di energie rinnovabili

La conferenza sul clima ha aperto i battenti in una Parigi blindata, ma che scommette su Cop 21, per dare un segnale di speranza e di svolta, dopo il fallimento dei precedenti appuntamenti contro il Climate change, visto che il 2015 potrebbe passare alla storia come l’anno più caldo a memoria d’uomo. Anche Bill Gates, co-fondatore di Microsoft e ormai da anni filantropo a tempo pieno, è presente e ha lanciato l’alleanza per l’energia pulita.

Cop 21, Bill Gates lancia l'alleanza per l'energia pulita
Cop 21, Bill Gates lancia l’alleanza per l’energia pulita

Bill Gates ed altri 27 membri – fra i quali spiccano nomi del calibro di Mark Zuckerberg (Facebook), Jeff Bezos (Amazon),  Meg Whitman (HPE), Marc Benioff (Salesforce.com) e Niel (investitore di Telecom Italia) – hanno annunciato la creazione di Breakthrough Energy Coalition, un fondo da 7 miliardi di dollari che investirà in aziende dedite alle energie rinnovabili.

Breakthrough Energy Alliance scommette sull’IT e CleanTech per salvare la Terra da cambiamenti climatici (a partire dal surriscaldamente degli Oceani) che la minacciano. L’alleanza vuole investire in maniera massiccia nella ricerca applicata per trovare nuove maniere di produrre energie rinnovabili: le iniezioni di miliardi di dollari avverranno nel settore dei trasporti, dell’industria, della produzione di elettricità, dell’agricoltura e dell’efficienza dei sistemi energetici.

Secondo il co-fondatore di Microsoft e della Bill & Melinda Gates Foundation, né gli investistementi gouvernativi né i capitali privati classici a tutt’oggi constituiscono un mezzo efficace per migliorare le sorti del nostro pianeta.

Breakthrough Energy Coalition intende privilegiare «le società ai primi passi che abbiano il potenziale per sviluppare energie a zero emissioni di CO2 e i Paesi che hanno sottoscritto il patto Mission Innovation», l’impegno firmato da Francia, Stati Uniti, India, Cina, Italia ed altri quindici Paesi per raddoppiare i finanziamenti pubblici nella ricerca energetica di base nell’arco dei prossimi 5 anni.

La Casa Bianca ha precisato che altri 74 big, da Amazon a News Corp, hanno aderito all’America Business Act on Climate Change, portando il numero totale dei membri dell’iniziativa a 154 Big, complessivamente con 11 milioni di dipendenti, 4.200 miliardi di dollari di fatturato annuo e una capitalizzazione di mercato di 7.000 miliardi di dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore