Copyright, Yahoo China sotto pressione

CyberwarSicurezza

Mentre Microsoft accusa Google di pirateria, la divisione cinese di Yahoo
finisce in causa con le Major discografiche

Google è stato appena scomunicato da Microsoft per un approccio troppo disinvolto sul diritto d’autore: il colosso di Redmond ha additato la crescita di Google in qualità di gestore di contenuti, accusata di avvenire alle spalle dei produttori di film, libri, video e software. In particolare Microsoft puntava l’indice contro Google Book Search. Adesso sulla graticola del copyright torna Yahoo China: non è la prima volta in cui Yahoo China sia guardata di traverso dalle Major discografiche, ma le etichette musicali scendono sul piede di guerra con una disputa legale. L’IFPI, che include EMI, Sony BMG Music Entertainment, Warner Music e Universal Music, fa causa a Yahoo China chiedendo danni per 710.000 dollari per violazione del copyright.Alibaba.com, legato a Yahoo China, ha risposto che i motori di ricerca in Cina non sono responsabili per i contenuti che appaiono su siti Web di terzi: anche Baidu.com nei mesi scorsi ha vinto una causa simile contro le Major.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore