Copyright, Yahoo! non è responsabile per la condivisione dei video Mediaset

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
Sentenza ribaltata nel caso Mediaset: Yahoo! è solo un intermediario passivo
1 0 Non ci sono commenti

Il nuovo verdetto ribalta la sentenza del 2011. Stabilisce che l’hosting provider, quale è Yahoo!, è passivo e non deve rispondere dei contenuti scambiati e condivisi dagli utenti

La sentenza del 2011, che dava ragione a Mediaset e torto a Yahoo!, viene ribaltata. Il nuovo verdetto stabilisce che l’hosting provider è passivo e non deve rispondere dei contenuti scambiati e condivisi dagli utenti.

Con la precedete sentenza che condannava il provider a rimuovere le immagini delle trasmissioni, Mediaset aveva chiesto 200 milioni di euro di danni: 100 milioni di euro, da sommare a 50 milioni per ogni anno di durata del processo. Invece con il nuovo verdetto, Mediaset dovrà indicare al giudice, in modo preciso e puntuale, quali video Yahoo! dovrà rimuovere. Si tratta di 218 video.

Se, nella giurisprudenza italiana, l’intermediario diventasse “attivo”, si snaturerebbe la direttiva UE sul commercio elettronico.

Sentenza ribaltata nel caso Mediaset: Yahoo! è solo un intermediario passivo
Sentenza ribaltata nel caso Mediaset: Yahoo! è solo un intermediario passivo
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore