Copyright, YouTube è prossima a filtrare i contenuti

Aziende

Il Ceo di Google Eric Schmidt conferma che presto verrà immesso il servizio
Claim Your Content. Inoltre spiega il fenomeno BigG e del suo business
pubblicitario ai media tradizionali

YouTube, presa di mira da Viacom (protagonista della richiesta di un risarcimento miliardario), ma anche dalla nostra Rai (che ha diffidato il sito di condivisione), sta per dare una svolta alle incandescenti accuse di pirateria. Lo ha confermato alla conferenza del National Association of Broadcasters il Ceo di Google Eric Schmidt. YouTube è prossima a filtrare i contenuti protetti dal diritto d’autore grazie a un servizio ideato per prevenire la violazione di copyright sul sito di video sharing. Il servizio di filtro anti pirateria di YouTube si chiamerà Claim Your Content: in automatico identificherà i contenuti protetti da copyright, in modo tale da essere immediatamente rimossi. Google in questi giorni è sotto i riflettori per l’acquisizione di DoubleClick: ma Schmidt non ritiene che l’Antitrust (invocata da Microsoft, protagonista di innumerevoli accuse di abuso di posizione dominante) possa porre ostacoli, anzi, la richiesta di Microsoft è solo dovuta al fatto che la competizione con Google è sempre più serrata. Infine Schmidt nega che Google possa diventare una minaccia per giornali, radio o Tv: anche dopo l’accordo con la radiofonia di Clear Channel Communications per vendere pubblicità, Google può solo rappresentare un’opportunità. L’advertising Tv ormai è piatto, affidarsi alla BigG può essere una chance di crescita per tutti. Google è un fenomeno, ma non ha nessuna intenzione di rimpiazzare Tv o radio: il business pubblicitario del motore di ricerca può solo aggiungere successo a radio e Tv.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore