Corel Designer Technical Suite 12

Management

La suite di Corel per l’illustrazione tecnica migliora l’efficienza e l’integrazione tra gli strumenti

La suite di Corel dedicata ai documenti grafici di tipo tecnico raggiunge l’obiettivo di inserirsi armonicamente nei processi esistenti per la loro produzione e gestione. Sia che il flusso di lavoro parta da documenti esistenti in formato elettronico o cartaceo, sia che debbano esserne creati di completamente nuovi, la suite ha tutte le carte in regola per svolgere al meglio i suoi compiti. Il cuore è rappresentato da Corel Designer 12 che si avvale degli altri strumenti inclusi. Fra di essi Corel Photo Paint 12, destinato al fotoritocco, produce risultati di ottimo livello qualitativo e presenta funzionalità complete. Gli strumenti CorelTrace 12 e Corel Capture 12 estendono invece le possibilità di importazione di documenti e sono destinati rispettivamente alla trasformazione delle scansioni di disegni esistenti in rappresentazioni vettoriali e alla cattura di immagini visualizzate sullo schermo. La fase di importazione di documenti esistenti si avvale però anche del supporto diretto di più di settantacinque formati di file, fra cui spicca quello per i file AutoCad Dxf e Dwg fino alla versione 2004. L’attenzione alla precisione dei risultati, essenziale in un lavoro di illustrazione tecnica, è presente in tutte le fasi di lavoro ed è evidente anche nelle nuove caratteristiche. Il posizionamento degli elementi è comodo e preciso grazie alle modalità di snapping, che vincolano i movimenti ai punti salienti di un oggetto ed in questa versione sono state estese agli elementi testuali. Le guide dinamiche sono invece linee visualizzate temporaneamente, molto utili per l’allineamento e per lo spostamento di oggetti distanti; esse vincolano il movimento degli elementi su rette tangenti, perpendicolari o parallele ai punti salienti di altri oggetti. Il lavoro di illustrazione tecnica richiede spesso un disegno prospettico per rappresentare oggetti tridimensionali su un piano bidimensionale. Corel Designer offre una modalità di lavoro prospettica ampiamente configurabile, che velocizza il lavoro e non richede la creazione pregressa di oggetti in modalità 3d e la successiva proiezione in 2d. Attraverso l’Object Data Manager, basato su Xml, è possibile associare agli oggetti informazioni che possono anche essere visualizzate interattivamente nella presentazione del lavoro su Web. La creazione di B-splines, cioè di linee curve continue regolate attraverso punti di controllo, è affidata ad un nuovo strumento che permette anche di evitare sovrapposizioni di contorno con oggetti esistenti. Fra tanti piccoli miglioramenti ed estensioni ci sono le nuove linee di dimensione, che permettono la misurazione di segmenti, raggi e diametri di cerchi, e di nuovi stili di linea che mantengono proprietà logiche differenti da quelle visive. Un’altra utile novità è la gestione dei retini di riempimento, molto usati nelle illustrazioni tecniche per differenziare i materiali e gli oggetti contigui. Importando un disegno di AutoCad 2004 vengono mantenute le informazioni sui retini. Le estese possibilità di esportazione sono state ampliate con un nuovo wizard che guida nell’ottimizzazione delle proprie creazioni per l’utilizzo con Microsoft Office e WordPerfect Office.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore