Cosa svelerà Apple? Allertati gli sviluppatori

Aziende

Il 9 giugno il Ceo di Apple, Steve Jobs, inaugurerà la Worldwide Developers Conference (Wwdc) dedicata agli sviluppatori Apple. Come ad ogni vigilia, il toto-Apple si scatena. Da mesi non si parla d’altro: iPhone 3G. Ma c’è chi scommette che all’evento di San Francisco (9-13 giugno) Apple potrebbe stupirci con altre novità: la versione 2.0 del firmware per rendere l’iPhone uno smartphone enterprise anti-Blackberry; un mini MacBook; Apple Tv aggiornata che integri l’alta definizione con il supporto dello standard Blu-ray; un assaggio della futura release di Mac OS X 10.6; un Tablet Mac con chip Atom di Intel; nuove strategie per iTunes. Per ora da Apple, bocche cucite

L’iPhone 3G con connettività a larga banda sarà (probabilmente) il piatto forte della prossima Worldwide Developers Conference (Wwdc) di Apple, a San Francisco (9-13 giugno). Dal 12 maggio il vecchio modello di iPhone appare esaurito negli Apple Store, e ciò fa pensare che Apple voglia riempire i magazzini dell’ultimo modello in arrivo di terza generazione.

L’iPhone sarà comunque protagonista: con le applicazioni di terze parti; probabilmente con il firmware 2.0, in grado di rendere il Melafonino un anti Blackberry di fascia aziendale.

Ma il toto-Apple prevede, per il keynote inaugurale di Steve Jobs, anche altre intriganti novità: un assaggio della futura release di Mac OS X 10.6, forse in arrivo per gennaio (a Jobs piacerebbe rilasciare un update di Mac Os ogni 12 mesi o poco più); un mini MacBook o un Tablet Mac con chip Atom di Intel; una Apple Tv aggiornata che integri l’alta definizione con il supporto dello standard Blu-ray, per lanciare l’assalto definitivo al salotto digitale da parte di Apple. Apple non conferma nè smentisce. Appuntamento al 9 giugno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore