Costi milionari per il data retention

Network

Uno studio mette in guardia sulle ripercussioni economiche dell’adozione di una direttiva sulla conservazione dei dati dei navigatori

MUNICH (GERMANY). Secondo un recente studio tedesco, gli Internet Service Provider dovrebbero investire cifre da capogiro per adeguarsi alle norme che l’Unione Europea vorrebbe introdurre. La proposta di direttiva dell’aprile 2004 prevede, infatti, che gli ISP debbano custodire i dati degli utenti per un certo periodo di tempo, mettendo a dura prova sia i piccoli sia i grandi provider. Gli investimenti, secondo la società KPMG, ammonterebbero fra i dieci e i venti milioni di Euro solo nello stato dell’Olanda. Ma questa cifra è del tutto indicativa se si pensa che il Legilsatore europeo non ha ancora stabilito di preciso quali e quanti saranno i dati oggetto di questa attività di conservazione. StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore