Creare video su Cd e Dvd

Management

Produrre in casa un Dvd è ormai una realtà di fatto e anche chi non intende affrontare il costo di un masterizzatore Dvd ha a disposizione numerose alternative per riversare i filmati direttamente su Cd Rom.

Sebbene con ritmi di crescita inferiori a quelli stimati nei primi anni di lancio, il Dvd (Digital Versatile Disc o Digital Video Disc) sta finalmente prendendo piede ed prevedibile che entro qualche anno mander definitivamente in pensione il Vhs. Il principale vincolo alla sua diffusione attualmente rappresentato dalla mancanza di apparecchi a basso costo che consentano di registrare come con un normale videoregistratore; la tecnologia avanza per rapidamente e anche questultima barriera dovrebbe cadere nel prossimo futuro. Attualmente gli unici scrittori di Dvd a costo accettabile sono quelli di tipo R, registrabili una sola volta, e quelli Rw, registrabili pi volte. Entrambi prevedono la registrazione in differita, nel senso che prima occorre codificare i video in Mpeg 2 e predisporre la struttura del Dvd, e successivamente masterizzare il disco, esattamente come avviene per i Cd-Rom. Il costo di un masterizzatore di Dvd tutto sommato accettabile, ma chi desidera sfruttare ancora per un po il buon vecchio masterizzatore di Cd-Rom ha a disposizione numerosi formati che consentono di raggiungere comunque buoni risultati a fronte di costi decisamente pi contenuti. Esteriormente un Dvd si presenta come un normale Cd da 12 cm. Grazie per alla sovrapposizione di pi strati e alla capacit del laser di leggere le informazioni passando da uno strato allaltro, pu contenere fino a 8 ore di video ad alta qualit, otto diverse colonne sonore e 32 tracce per i sottotitoli, oltre a completi menu di navigazione. Praticamente come avere un Cd-Rom che per ha le tracce molto pi ravvicinate e per di pi composto da tanti piatti sovrapposti. Modulando opportunamente il laser si pu di fatto scegliere quale piatto leggere. I Dvd possono anche avere due facce, nel senso che possono essere girati come i vecchi Lp musicali e i Laser Disc, e questa caratteristica ne aumenta ulteriormente la capacit. Il video memorizzato sfruttando la compressione dei dati in Mpeg2 e la qualit analoga a quella di una Tv digitale satellitare, che utilizza la medesima codifica. Il supporto inoltre non risente dei fenomeni di decadimento e di usura che affliggono i nastri Vhs. Attualmente possiamo individuare i seguenti formati per il Dvd Single side significa che i dati sono su un solo lato del supporto, mentre nei dischi Double side il Dvd contiene dati su entrambe le facce (occorre girare manualmente il disco); Single o Double layer significa invece che sullo stesso lato esistono due strati sovrapposti di dati, che vengono letti alternativamente variando la frequenza del raggio laser del lettore. I normali masterizzatori per computer sono per in grado di masterizzare solo dischi in formato Dvd-5, ovvero quelli di capacit inferiore in cui si possono memorizzare fino a due ore di video alla massima qualit. Trascurando per un attimo i vantaggi legati alla qualit e allassenza di usura, il Dvd ha un altro enorme vantaggio rispetto al Vhs, rappresentato dalla possibilit di interazione tramite un completo sistema di menu grafici ad albero. Mediante questi menu possiamo accedere a differenti sezioni del disco, scegliere la lingua preferita e il formato di uscita (43 o 169), abilitare o meno i sottotitoli (utilissimo per ascoltare il film in lingua originale e avere i sottotitoli nella propria lingua) e addirittura (ma solo nei Dvd che implementano questa tecnica), osservare la scena da differenti telecamere. Al momento lunico punto debole dei Dvd masterizzati in casa la compatibilit con i vari lettori in commercio. Mentre un Dvd stampato in serie pu essere visualizzato su qualsiasi lettore, sia esso da computer o domestico, quelli masterizzati su Pc con i normali masterizzatori di Dvd spesso hanno problemi di compatibilit, specialmente con i lettori domestici. Del resto il formato Dvd ancora in fase di definizione, specialmente per quanto concerne la possibilit di registrare direttamente i video sul supporto senza prima passare da un computer. Philips, Sony e Yamaha spingono la tecnologia Dvd+R/+Rw, Pioneer quella Dvd-R/-Rw e Panasonic ha deciso di puntare sul Dvd-Ram. In realt lunico formato a garantire una buona compatibilit con i lettori attualmente in commercio solo il Dvd-R; addirittura il formato proposto da Panasonic totalmente incompatibile. A confondere ulteriormente le idee hanno pensato alcuni produttori di software che hanno deciso di supportare una sorta di Dvd economico solo per Pc, chiamato miniDvd. a tutti gli effetti un Dvd come formato e struttura, per memorizzato su un normale Cd-R o Cd-Rw e consente di creare filmati di circa 20 minuti alla massima qualit. I Dvd possono anche essere utilizzati in maniera differente dallo standard. Per esempio si possono creare Dvd-Vcd e Dvd-SVcd, rispettivamente un Video Cd e un Super Video Cd masterizzato su Dvd. Sono formati molto poco utilizzati, utili per archiviare grandi quantit di filmati con una qualit simile a quella fornita dal Vhs.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore