Cresce il mercato della sicurezza

Sicurezza

I risultati della ricerca Sirmi

Nel concetto di Sicurezza It si devono comprendere tutte le misure informatiche atte a proteggere non il sistema informativo in quanto tale, ma bensì l’attività che l’utente conduce con il suo supporto. Una precisazione molto importante, quella fatta da Sirmi in un convegno dedicato all’argomento, in quanto oggi spesso si tende ancora a limitare il concetto di sicurezza a pochi prodotti, che rispondono solo a una parte delle esigenze. Per questo Sirmi ha preferito raggruppare prodotti e i servizi in tre aree: sicurezza di reti e sistemi (perimetrale), sicurezza delle identità e sicurezza della continuità del Business. Il mercato ha ancora ampi margini di crescita se le aziende utenti dimostreranno capacità, competenza e volontà per approcciare correttamente il problema. I Vendor, invece, dovranno essere in grado di fornire sempre più soluzioni (e non solo tecnologie) e di comunicare correttamente i vantaggi reali di business derivanti dalla loro adozione. Negli ultimi anni il mercato ha registrato significativi tassi di crescita: a fine 2004 in Italia il valore complessivo era di 1.006 milioni di euro (+12,3%), mentre nel 2005 la stima era di 1.128 milioni (+ 12,1%). Il segmento dei prodotti per la sicurezza delle reti e dei sistemi rappresentava a fine 2004 il 20,4% del mercato totale. Limitando l’osservazione alla componente software gli antivirus, che comprendeno anche antispam, content filtering, antispyware, è quello di maggiori dimensioni ed è destinato a crescere ancora con quello dell’Intrusion Prevention. Allargando, invece, la visione all’intera componente di prodotto (software e hardware) a “dominare” sono le appliance, in particolare quelle con funzioni Firewall e VPN. La Sicurezza delle Identità rappresentava nel 2004 il 7,4% del mercato totale, ma nel 2005, e le previsioni sono estendibili al 2006, la crescita appare tumultuosa (superiore al 30%). Tra le soluzioni di Identity Management fa da traino l’autenticazione e tra quella debole e quella forte continua ancora a pr evalere la prima. L’andamento del mercato, in ogni caso, risente positivamente dell’entrata in vigore del Testo Unico sulla Privacy. Le problematiche relative alla Continuità del Business, che comprende le soluzioni di Back-up, Network Management e System Availability (Load Balancing, Clustering e System Management), rappresentava il 30,2% del mercato e il tasso di crescita è costante, ma al di sotto dei due digit. Per quanto riguarda il back-up, l’attenzione degli utenti sembra si stia progressivamente spostando da quello off-line a quello on-line, dalla duplicazione locale a quella remota, dalla gestione su nastri a quella su dischi e dalla duplicazione dei dati alla duplicazione delle applicazioni. Cresce inoltre l’attenzione verso i servizi per la classificazione dei dati allo scopo di limitare i costi dell’attività di back-up.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore