Cresce lo storage su disco esterno di Ibm

CloudServer

Secondo i dati pubblicati da Idc, Ibm guida la classifica rispetto ai primi
cinque fornitori di storage esterno

Con una quota del 18,6% nel quarto trimestre 2006 Ibm ha superato il 13,7% di HP nel fatturato mondiale dei sistemi di storage su disco esterno. Sempre secondo l’analista Ibm, ha conquistato inoltre una quota di fatturato del 15,1%, rispetto al 14,3% di HP, per tutto il 2006. Con una crescita del 15,5% anno su anno, Ibm ha registrato nel quarto trimestre anche la crescita più rapida rispetto ai primi cinque fornitori di storage esterno, superando Dell, Emc, Hewlett-Packard e Hitachi. Inoltre, Ibm ha registrato la crescita più rapida del software di storage tra i primi fornitori di storage. Sempre secondo Idc, per quanto riguarda il mercato italiano, nel 2006 Ibm si conferma leader nel mercato dei sistemi storage disco esterno con una quota di mercato del 25.9% su base annua e del 32.2% relativa al quarto trimestre. Ibm, sempre su base annua, aumenta la quota di mercato del 6.8%. La società ha conseguito una forte crescita del fatturato in tutte le regioni, per il quarto trimestre 2006, soprattutto in Asia Pacific, dove Ibm è stata per la prima volta il fornitore numero uno di storage su disco esterno, conseguendo una quota di fatturato pari al 19,1%. Di pari passo agli ottimi risultati sul fronte hardware storage, per l’ottavo trimestre consecutivo, Ibm ha superato in termini di prestazioni i fornitori di software di storage Emc e Symantec nel quarto trimestre 2006, secondo un rapporto sulle quote di mercato del software di storage pubblicato sempre da Idc. Secondo il rapporto, Ibm ha incrementato il fatturato del software di storage nel quarto trimestre 2006 del 10,3% e del 28,2% per l’intero anno, con conseguente aumento della quota anno su anno di 1,9 punti. Tra i punti che hanno consentito alla società di raggiungere i risultati riportati da Idc è da menzionare l’estensione della sua relazione con Network Appliance (NetApp) e l’ampliamento delle proprie offerte di virtualizzazione storage con una nuova generazione di IBM System Storage SAN Volume Controller. Sul fronte dei dischi, Ibm ha annunciato l’espansione della sua linea di disk array di classe enterprise, con l’aggiunta di nuovi modelli al proprio portafoglio di sistemi nastro di livello enterprise, che comprende i primi supporti al mondo su nastro lineare con capacità fisica di 700 GB.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore