Criminali europei sempre più audaci

Sicurezza

In Belgio i cybercriminali attraverso un attacco mirato sono riusciti a
bloccare addirittura il sito web della polizia

Oltre al danno la beffa. I malintenzionati che recentemente hanno sferrato un attacco al sito della polizia belga non si sonoinfatti limitati a bloccarlo, ma hanno pubblicato messaggi diffamatori nei confronti delle principali istituzioni. Il sito web della polizia belga è infatti stato attaccato e messo fuori servizio da uno o piu’ ‘hacker’. La magistratura ha aperto un’inchiesta. Gli hacker hanno bloccato il sito in francese e quello in olandese. Secondo Sud Presse on line, sui siti attaccati e’ comparso un messaggio che diceva tra l’altro: ‘un ragazzo di 17 anni ha attaccato il sito della polizia belga. La sicurezza del vostro sito ben riflette l’incompetenza della polizia (…) governo: reclutare una polizia di miglior livello’. Che sia il segnale della nascita di una nuova generazione di giovani cybercriminali? Il gesto infatti riflette quello che era lo spirito iniziale dei giovani pirati informatici e cioè la ricerca non del ritorno economico ma del gesto sensazionale e della visibilità mediatica.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore