Crisi alla Cisco Systems

Workspace

Crollo delle vendite per il gigante delle telecomunicazioni

Il grafico delle vendite del gigante delle telecomunicazioni Cisco Systems è crollato drammaticamente nelle ultime settimane, tanto che lazienda ha emanato una serie di comunicati, fra cui lannuncio di altri licenziamenti e la rottamazioni di giacenze di magazzino per un valore di 2.5 miliardi di dollari. Lazienda ammette ora che le vendite del trimestre che terminerà il 28 aprile scenderanno di ben il 30%, con ricavi che passeranno da 6.75 a 4.7 miliardi di dollari. Solo poche settimane fa Cisco affermava che le vendite erano in lieve calo, di circa il 5%. I profitti si sono quasi del tutto volatilizzati. Il ceo John Chambers ha detto che i dividendi si ridurranno a pochi centesimi di dollaro per azione, circa 8 hanno calcolato gli analisti di mercato. Cisco ha annunciato che i 7500 licenziamenti previsti, di cui 5000 di dipendenti a tempo indeterminato, saliranno a 6000 dipendenti a tempo indeterminato e 2500 lavoratori a tempo determinato. La congiuntura economica che il nostro settore dellIT si è trovata ad affrontare non è mai stata così difficile. Quello che ci è successo è stata probabilmente la più rapida decelerazione che unindustria delle nostre dimensioni abbia mai subito e questo ci ha costretto a prendere dolorose ma inevitabili decisioni a una velocità altrettanto rapida ha affermato Chambers.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore