Crollano gli utili di Intel, ma forse il peggio è passato

AziendeMercati e Finanza

Il Ceo di Intel, Paul Otellini, non è pessimista: il mercato Pc sembra aver toccato il fondo e ora è pronto per il recupero. Utili in calo del 56% e fatturato del 27%

I profitti di Intel hanno registrato ancora un crollo verticale del 56%, dopo la caduta libera del 90% del trimestre precedente, ma forse il peggio è alle spalle.

Il Ceo di Intel, Paul Otellini, vede la luce alla fine del tunnel: il mercato Pc sembra aver toccato il fondo e ora è pronto per il recupero.

Intel ha registrato 647 milioni di dollari di utili, pari a 11 centesimi per azione, in calo rispetto a 1.4 miliardi di dollari dello stesso periodo di un anno fa. Il fatturato è stato di 7.1 miliardi di dollari, in calo del 27% rispetto ai 9.7 miliardi di dollari di un anno fa.

Il peggio sarebbe passato: toccato il fondo, non si può che ripartire (forse). Dopo l’introduzione di Nehalem, Intel lancerà il primo chip a 32-nanometri, Westmere, entro fine 2009.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore