Cuba apre anche ai cellulari

NetworkProvider e servizi Internet

Dopo l’apertura a Dvd e computer, Cuba offrirà più libertà nelle telecomunicazioni

Cuba esce dal Digital divide in cui Fidel Castro e l’embargo Usa l’avevano costretta. Dopo l’apertura a Dvd e computer, Cuba apre anche ai cellulari e offrirà più libertà nelle telecomunicazioni.

Etecsa, una società a capitale misto cubano-italiano partecipata al 27% da Telecom Italia, ha annunciato nell’ambito di un programma di investimenti sarà presto in grado di offrire nell’isola un servizio di telefonia cellulare.

Le “riforme elettroniche” del neo presidente Raul Castro vanno a ritmo serrato, ma la recente censura di un noto blog cubano mostra che la via è ancora in salita.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore