Cyber-attacco cinese a Morgan Stanley

CyberwarMarketingSicurezza

Operazione Aurora, avvenuto un anno fa, ha attaccato decine di aziende americane. Oltre a Google e Intel, anche Morgan Stanley finì nel mirino degli hacker

Ricordate il sofisticato attacco subito da Google a gennaio 2010? Anche Morgan Stanley avrebbe subito un cyber-attacco cinese nell’operazione Aurora. L’intrusione mirata alle reti della banca d’affari, obiettivo sensibile, è stata denunciata da Bloomberg dopo aver letto alcune e-mail finite in rete.

Le e-mail di HBGary, l’azienda di sicurezza (attaccata successivamente da Anonymous per vendicare l’infiltrazione ai danni di WikiLeaks), parlano chiaro. Anche se non indicano quali informazioni possano essere state rubate ai databanks di Morgan Stanley o quale merger dell’adviser fossero finite nel mirino degli hacker, tuttavia, ancora una volta, denunciano che il cyber-attacco fu raffinato e ad ampio raggio, atto a defraudare proprietà intellettuale ai danni di colossi statunitensi.

Operazione Aurora, avvenuto un anno fa, ha attaccato decine di aziende americane, oltre a Google, Intel e Morgan Stanley, colossi che investono molto in sicurezza IT e che non sono vulnerabili.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore