Cyber-tasse? La Germania vuole tassare Internet

Autorità e normativeNormativa

Il governo tedesco, guidato da Angela Merkel, studia il canone mensile per connettersi al Web da Pc e cellulari

Mettiamo le mani avanti: nell’Italia, spaccata in due dal Digital Divide, dove la banda larga è un optional e non un diritto di tutti gli italiani, sarebbe una beffa. L’ultima delle beffe. Ma in Germania si fa largo l’idea della tassa su Internet. Ecco come.

Il governo tedesco, guidato da Angela Merkel, studia il canone mensile per connettersi al Web da Pc e cellulari. La Web tax su Internet e Web mobile diventerà una delle possibilità per aiutare gli stati Ue a ripianare i debiti, causati dalla crisi finanziaria? L a cyber-tax diventerà un balzello da exit strategy ? L’ultima tassa per salvare le banche da buchi, derivati, tsunami finanziari e quant’altro? Vedremo.

Intanto, ecco i due modelli che stanno prendendo forma in Germania, come riporta Repubblica.it. Un modello prevede un canone di 17,98 euro al mese da versare all’autorità centrale che si occupa del canone televisiv o: chi dispone di uno o più PC o telefonini con accesso alla Rete dovrà pagare questa cifra aggiuntiva rispetto alla quota per la flat su Internet o per l’abbonamento a una rete cellulare.

L’altro modello allo studio prevede, invece, un balzello uguale per tutti pari a 17,98 euro al mes e, familiare , indipendentemente da quanti Tv, radio, Pc o cellulari il nucleo familiare disponga.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore