Da Microsoft Pay Per Incident, servizio di assistenza tecnica online rapido ed efficace

NetworkProvider e servizi Internet

Nuovo servizio online disponibile a partire dal 19 dicembre 2003.

Microsoft annuncia Online Pay Per Incident (PPI), un servizio di assistenza tecnica via Web ad uso dell’utente privato e professionale che unisce praticità e convenienza. Il nuovo servizio online a tariffa fissa garantisce ai clienti maggiore flessibilità e i migliori livelli di servizio, consentendo di inoltrare richieste di assistenza 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Integrato nel software Microsoft e accessibile direttamente dalla guida in linea, OnLine PPI guida i clienti attraverso le varie fasi del processo di segnalazione e risoluzione del problema, garantendo una risposta rapida a ogni esigenza di ordine tecnico. Il servizio prevede l’adozione di una tariffa fissa, indipendente dai tempi di risoluzione del problema, il cui costo è di 49 euro per il supporto di tipo «Personal» e di 99 euro per il supporto «Professional». La distinzione tra i due livelli di supporto si riferisce a tipi di utenza differenziati dal maggior o minor grado di avanzamento nell’utilizzo dei prodotti Microsoft. Il supporto «Personal» è destinato, ad esempio, a utenti che abbiano riscontrato problemi legati a installazione o utilizzo delle funzioni di sistemi operativi e applicativi. Il servizio «Professional» prevede invece interventi anche in ambito server e di sviluppo, ed in generale si rivolge ad utenti che utilizzano i prodotti Microsoft in modo più specifico o avanzato. Online PPI è dotato di una funzione per il tracking dei progressi che consente agli utenti di mantenere un buon grado di controllo sul processo. Il cliente, infatti, viene costantemente informato, tramite notifiche elettroniche, di ogni progresso compiuto nella risoluzione del suo problema tecnico. L’utente può così continuare a svolgere tranquillamente le proprie attività, sapendo che lo staff tecnico di Microsoft è al lavoro per trovare una soluzione al problema. Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito www.support.microsoft.com .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore