Da Sirmi, il rapporto sul Mercato della Gestione Documentale

Workspace

Lo Studio Sirmi evidenzia come un corretto approccio alla gestione elettronica dei documenti implichi l’adozione di soluzioni di gestione dei flussi e non solo dei documenti

Lo Studio Sirmi, presentato nel corso del Convegno Sirmi / MF-Milano Finanza “Tecnologie e Soluzioni per l’Archiviazione e la Gestione Documentale”, è un rapporto sul “Mercato della Gestione Documentale“, uno strumento pratico a supporto della definizione dell’approccio da adottare nell’affrontare le problematiche inerenti la gestione elettronica dei documenti. Lo studio, indirizzato prevalentemente ad Aziende Utenti di ICT e in generale a tutti gli operatori del settore, fornisce informazioni aggiornate e puntuali su aree di specifico interesse. Il tema della Gestione del Documento ha assunto negli ultimi anni un crescente rilievo correlato al mutato atteggiamento di Imprese e Istituzioni verso ogni tipo di attività d’interscambio d’informazioni con i propri interlocutori, clienti, consumatori o cittadini tout-court, ma dovuto anche alla rilevante crescita dei volumi delle informazioni generate da Internet e dalla Tecnologia Digitale. Lo studio analizza gli elementi propri della gestione documentale tradizionale, comparandoli con le istanze emergenti che danno luogo ad un approccio diverso ? e quindi nuovo ? della Gestione Documentale stessa. Infatti, pur rimando fondamentali i criteri classici, ovvero le soluzioni ai problemi di protocollazione, classificazione, scarto, versamento negli archivi (deposito o storico), una moderna e quindi più corretta gestione documentale deve prendere in considerazione nuovi parametri, quali: adozione di soluzioni di gestione dei flussi documentali e non dei soli document i; soluzioni d’archiviazione di qualunque tipo di documento utile al business, comprese e-mail e immagini; integrazione degli archivi cartacei con quelli elettronici; correlazione dei documenti ai dati associati. Le aziende devono di conseguenza: rendere i documenti facilmente fruibili a tutti i richiedenti ai livelli funzionale, di processo e aziendale; attivare un sistema di “fruizione intelligente” dei contenuti, realizzando elaborazioni sulle informazioni contenute nei documenti stessi; regolare gli accessi attraverso sistemi di autorizzazione, garantendo così la sicurezza del patrimonio informativo. Lo studio fornisce infine dati dimensionali e trend di mercato del settore, sia a livello aggregato sia analitico, per i prodotti e servizi (servizi IT, servizi non-IT, servizi professionali (consulenza archivistica, formazione? ), servizi di gestione in outsourcing degli archivi cartacei). In particolare, ” al termine del 2004″ ? come sottolineato da Enrico Acquati nel corso del Convegno Sirmi / MF Milano Finanza ? ” il mercato dei prodotti software e dei servizi (IT e non IT) di gestione documentale si è attestato a circa 597 milioni di euro, con un tasso di crescita pari all’11,5%.Per il 2005 ci attendiamo una crescita ancora a due cifre intorno all’11% pari ad un valore prossimo ai 667 milioni di euro. Nel 2004 la parte del leone l’hanno fatta i servizi IT (pari al 57,7% del valore totale) e, in particolare, i servizi di consulenza e implementazione. La componente software rappresenta circa il 23,7% mentre i servizi non IT il 18,6%”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore