Da True Lies alle etichette Rfid

Sicurezza

Secondo Schwarzenegger, attuale Governatore della California, le etichette
Rfid possono essere troppo invadenti

Ormai ampiamente diffuse nei grandi magazzini e nell’industria, queste etichette elettroniche sono la naturale evoluzione dei tradizionali codici a barre. Già in altri frangenti e in numerose discussioni si è affrontato il problema della possibile violazione della privacy, derivante dall’indiscriminato utilizzo di questi piccoli ‘tracciatori’. Il Governo della California, presieduta dal noto attore Schwarzenegger, si è quindi trovata ad avere effettivi problemi di privacy, a causa del pedante utilizzo di etichette Rfid applicate a vari documenti di riconoscimento ed alla patente di guida. Il senato della California ha quindi proposto al Governatore Schwarznegger un Identity Protection Act che richiede alle aziende produttrici specifiche tecniche per la sicurezza e la privacy nell’uso delle etichette Rfid su documenti che accompagnano la persona. Basterà questo a evitare scenari apocalittici di violazione della privacy descritti in tanti film con protagonista proprio il muscoloso governatore di Hollywood?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore