Dal 2013 l’addio di Microsoft ai keynote del Ces

AziendeMarketing
Steve Ballmer, Ceo di Microsoft

Al CES 2012 si terrà, per l’ultima volta, il keynote di Microsoft. Dal 2013 niente più discorsi inaugurali e show con anticipazioni. Microsoft continuerà a essere presente a Las Vegas

L’ultimo keynote di Microsoft si terrà a gennaio 2012 nella cornice di Las Vegas. Poi basta. Lo ha annunciato Frank X. Shaw, VP di Corporate Communications di Microsoft, in un blog post. Microsoft continuerà a essere presente al CES, ma non più con un discorso inaugurale, con novità ad hoc né con uno show in pompa magna, perché il mercato IT è in rapida evoluzione. E il mondo della comunicazione non ruota più intorno ai “carrozzoni” delle fiere, seppur importanti come il Consumer Electrics Show (Ces), ma preferisce centellinare news e rumors durante il corso dell’anno, senza appuntamenti prefissati con eccessivo largo anticipo. Il “modello Apple”, che aveva dato l’addio al MacWorld di gennaio, prima d’imprimere un’accelerazione nella scalata al Mobile, ha fatto scuola: Apple e Google hanno evitato a lungo il CES, anche se Google è presente al Mobile World Congress (Mwc), la conferenza dedicata alla telefonia mobile di Barcellona.

Invece il CES è costellato di memorabili keynote di Bill Gates, prima, e Steve Ballmer, poi. Tuttavia Microsoft non sta affatto dando l’addio al CES in generale, e La Vegas continuerà a pullulare di staff che fanno affari nelle backrooms degli hotel, tuttavia non può più concedersi il lusso di investire in un keynote nel periodo dopo gennaio.

Al CES 2012 si terrà, per l’ultima volta, il keynote di Microsoft. Dal 2013 niente più discorsi inaugurali con anticipazioni. Per la Cea, l’organizzazione del Consumer Electronics Show è uno choc. Microsoft promette che però non è un addio alla fiera dell’elettronica: “Continueremo a participare al CES in quanto è un grande luogo dove connettersi con i partner e i clienti attraverso PC, telefonia ed industria dell’intrattenimento, tuttavia non terremo più keynote dopo quest’anno perché le ‘news milestones‘ non si allineano con la tempistica di gennaio dello show'”. E’ il business della comunicazione a dettare i tempi “precipitosi” delle news e dei rumors.

Frank X. Shaw, VP di Corporate Communications di Microsoft, spiega che ormai il mercato IT si muove ed evolve velocemente e cambia ancora più rapidamente, che non si può star più dietro a “eventi programmati” con troppo anticipo. Anche Apple cancellò il MacWorld di gennaio, prima di accelerare la sua corsa nel mercato Mobile. Microsoft è impegnata nello sforzo di attaccare i bisogni e la domanda degli utenti consumer in una realtà galoppante e accelerata, in cui non può più permettersi di programmare in anticipo una volta all’anno uno show principale che detta la tempistica di una release.

Segui il CES 2012 su  Blog Eventi di Net Media Europe

Steve Ballmer, Ceo di Microsoft
Steve Ballmer, Ceo di Microsoft
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore