Dal centro periferia protetta

Sicurezza

Netbackup di Symantec adotta una soluzione tutta su disco per gli uffici
remoti

Le soluzioni enterprise di Symantec sono state riorganizzate attorno a quella che viene chiamata Data Center Foundation, una piattaforma comune di integrazione di diverse famiglie di prodotto che consente di utilizzare al meglio informazioni critiche e applicazioni, asset hardware come server e risorse di storage. Un ruolo importante all’interno di queste tecnologie critiche è giocato dalle funzioni di gestione e protezione dei dati, di data migration e di disaster recovery. Tradotto in nomi di prodotto questo significa un nuovo posizionamento della famiglia Veritas Netbackup che copre l’intero spettro dalla data protection aziendale dal data center agli uffici remoti e comprende i tool di gestione delle policy e dei processi di backup. La più recente aggiunta alla famiglia è la prima versione di Netbackup Puredisk che consente la protezione dei dati che risiedono negli uffici remoti senza dover utilizzare tape drive, nastri o personale It particolarmente esperto. Questa Remote Office Edition prevede già una integrazione con le soluzioni Symantec Veritas per il backup su nastro con la versione 6.5. Netbackup Puredisk 6.0 si basa su una tecnologia sviluppata da una società, Data Center Technologies, acquisita da Symantec lo scorso anno. Il nuovo trend verso la centralizzazione della gestione dei dati nei data center, che molte aziende hanno intrapreso ritenendo che le informazioni residenti alla periferia siano ormai incontrollabili e difficili da proteggere rispetto alle nuove richieste di sicurezza e ripristino dei dati, trova nelle soluzioni basate su disco una risposta che Netbackup aveva già dato da tempo. Ora, come spiega Mauro Toson, di Symantec Italia, la nuova opzione remota consente di attuare policy centralizzate di protezione e di ottenere più ampie finestre di backup. La tecnologia impiegata, chiamata di global single instance storage, consente di risparmiare sulla banda trasmissiva e sullo spazio fisico su disco necessario per il salvataggio dei dati. Netbackup Puredisk seleziona a livello globale una singola copia o stringa di dati in base ai contenuti , e non ad altri parametri come la data di modifica o la directory in cui si trovano. Quando il file viene modificato, il sistema agisce solo sulla parte del dato cambiata ed è in grado di identificarla all’interno dell’intera rete delle sedi remote. L’interfaccia web consente di gestire e recuperare in ogni momento e con facilità le informazioni con un download in protocollo Https. Tutti i dati viaggiano criptati. In Symantec assicurano la compatibilità con tutti i sistemi di storage su disco. La soluzione, che viene assistita anche con i servizi di Symantec Global Services, viene commercializzata a un prezzo per Terabyte, calcolato sul volume dei dati archiviati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore