Dal CNR, incontro ravvicinato con il web del futuro

NetworkProvider e servizi Internet

Il web di prossima generazione potrà essere interrogato con foto,
immagini 3D, disegni e animazioni.

Ne dà notizia lo stesso CNR. Aim@Shape è un progetto di ricerca europeo coordinato dalla sezione di Genova dell’Imati, Istituto di matematica applicata e tecnologie informatiche del Cnr. Provate a chiedere al web «trovami un’immagine o una scena con una casa e due alberi» oppure «cercami delle sedie simili a questa che ti rappresento». L’esito sarà nullo. «Al momento possiamo accedere alle informazioni solo se queste sono catalogate con etichette di tipo testuale, mentre è impossibile fare una ricerca dando come input un’immagine 3D, un disegno o una foto», spiega Bianca Falcidieno della sezione di Genova dell’Imati, Istituto di matematica applicata e tecnologie informatiche del Cnr e coordinatrice del progetto Aim@Shape, laboratorio della futura generazione dei sistemi web. «La sezione di Genova dell’Imati», spiega Falcidieno, «è l’istituzione nazionale di riferimento, in ambito europeo, per le ricerche avanzate nella tematica Shape modelling and reasoning, settore strategico dell’informatica multimediale e multidimensionale». Un ruolo di punta riconosciuto da prestigiose istituzioni, quali Max Planck, Fraunhofer, Weizmann, Sintef, e numerose università europee. Aim@Shape, che ha preso avvio all’inizio dell’anno, è un network d’eccellenza costituito da 12 partner dell’Unione europea e due svizzeri. Di durata pluriennale, ha già avuto un finanziamento europeo per i prossimi quattro anni di 5.740.000 euro (più il contributo della Svizzera) e coinvolge 80 ricercatori e 71 studenti PhD. Le possibilità d’impatto sono notevoli. «Il progetto permetterà l’integrazione a livello europeo di attività di ricerca e di sviluppo di strumenti tecnologici e favorirà la formazione di giovani ricercatori. Si prevedono», aggiunge Bianca Falcidieno, «soluzioni innovative nei settori industriali del design, dell’intrattenimento (per esempio film di animazione e programmi educativi), dei beni culturali, della Tv digitale in 3D». Ma Aim@Shape è solo uno step per arrivare a un risultato ben più ambizioso: la creazione entro il 2008 di un Istituto europeo di Shape modelling and reasoning (EuroVis) che avrà sede a Genova e di cui la sezione dell’Imati rappresenterà il nucleo fondatore

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore