Dal patto tra Microsoft e Novell, nasce Moonlight

Aziende

Moonlight è quasi in beta: è un add-on per Firefox che permette all’anti Flash di Microsoft, Silverlight, di girare su Gnu/Linux. Facciamo il punto sullo storico accordo fra i due ex rivali che compie due anni

Due anni fa Microsoft e Novell sorprendevano il mondo It (e irritavano quello open source) con uno storico patto, seguito da due accordi minori, con Linspire e Xandros. Red Hat invece non ha voluto firmare, come Ubuntu ha detto: no, grazie. Dopo due anni, facciamo il punto sull’accordo tra i due ex rivali, il campione del software proprietario e l’azienda paladina dell’Open source e del software libero.

In due anni, Microsoft ha cambiato alcuni atteggiamenti: è diventata sponsor di Apache e del censimento dell’Open source, a febbraio ha annunciato una svolta open e nell’interoperabilità . Ma, nonostante l’apertura all’interoperabilità, Microsoft continua a accusare l’Open source di violazione di oltre 200 brevetti.

A trarre i maggiori benefici, sul piano finanziario, è stata Novell .

A questo punto, e non certo da ora, Microsoft sarebbe impegnata a rendere Silverlight interoperabile con l’altra parte dell’universo-browser (Firefox), oltre a sostenere Novell nello sviluppo di Moonlight: la versione di Silverlight per l’ambiente Linux, lla cui beta è attesa a breve .

Il frutto del patto fra Microsoft e Novell è Moonlight , prossimo alla beta: si tratta di un add-on per Firefox che permette all’anti Flash di Microsoft, Silverlight, di girare su Gnu/Linux. Silverlight è stato scelto dalla Nbc la scorsa estate, per mostrare i video delle Olimpiadi online, al posto di Flash di Adobe.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore