Dal primo novembre, Hp e Hpe hanno voltato pagina

AziendeMercati e Finanza
Dal primo novembre, Hp e Hpe hanno voltato pagina
1 2 Non ci sono commenti

Dal primo novembre Hp si è separata in due. Hpe Italia si focalizza su Industry 4.0 e Internet of Things (IoT)

Dal primo novembre Hp si è separata in due. La società, fondata nel 1939, entra nell’era del break up: da una parte Hp con Pc e stampanti; dall’altra, Hpe dedicata ai servizi (data center, storage, cloud eccetera).

Dal primo novembre, Hp e Hpe hanno voltato pagina
Dal primo novembre, Hp e Hpe hanno voltato pagina

La prima mantiene il logo, il 18esimo brand al mondo che, da solo, vale oltre 23 miliardi di dollari, ma cambia Ceo (Dion Weisler  il numero uno del business Pc e stampanti).  Invece Hpe si presenta come una NewCo, anch’essa quotata in Borsa e guidata dal Ceo Meg Whitman, con un business da 53 miliardi di dollari all’anno.

Chi aveva azioni Hp, oggi detiene due diversi pacchetti azionari, Hp e Hpe.

Hpe Italia, guidata dal Ceo Stefano Venturi, si focalizza su Industry 4.0 e Internet of Things (IoT). Invece Tino Canegrati guida Hp Italia. Entrambe saranno controllate dalla golding europea con sede a Ginevra. Hpe si occupa di infrastrutture IT ibride, big data, sicurezza aziendale e workplace del futuro.

In un ambiente di mercato dinamico nel quale la tecnologia sta trasformando aziende e interi settori produttivi a una velocità irresistibili, Hewlett Packard Enterprise (Hpe) fa leva sulle infrastrutture, nei servizi, nel software e nei servizi finanziari. Hewlett Packard Enterprise offre le soluzioni tecnologiche evolute di cui i clienti necessitano di ottimizzare il proprio IT tradizionale, aiutandoli a creare un futuro sicuro, cloud-enabled e mobile-ready adatto alle proprie specifiche esigenze. La società si focalizza su quattro aree chiave, fondamentali per consentire la trasformazione del business e la crescita futura, che rappresentano un mercato potenziale complessivo stimato oltre 1 trilione di dollari (in base a dati di terza parte): trasformazione in un’infrastruttura ibrida per aiutare i clienti a gestire trasparentemente le informazioni tra gli ambienti IT tradizionali e quelli cloud privati, gestiti e pubblici; abilitare un’organizzazione data-driven strutturata per trasformare le informazioni in insight e gli insight in azioni; protezione della digital enterprise per gestire il rischio, monitorare le operazioni, proteggere informazioni e applicazioni, e sostenere l’integrità operativa; promuovere la produttività del lavoro in mobilità per creare esperienze best-in-class per dipendenti, clienti e partner attraverso soluzioni per il networking e la mobilità.

I vincitori, in un mercato come quello di oggi, saranno coloro che sapranno applicare la potenza della tecnologia per alimentare la forza delle idee, e la nuova Hewlett Packard Enterprise è stata creata e costruita proprio per accelerare questo percorso per i clienti“, ha previsato Whitman. “Hewlett Packard Enterprise ha la vision, le risorse finanziarie e la flessibilità per aiutare i propri clienti a vincere generando nel contempo crescita e valore a lungo termine per i nostri azionisti“.

Il titolo di HP è salito del 10.7% a 13.55 dollari, mentre quello HPE è in rialzo del 2.6% a 15.10 dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore