Dalla Cina la carica dei cloni di iPad

CyberwarDispositivi mobiliMarketingMobilitySicurezza

L’iPad tarocco? C’è già: il cinese iPed. Ma i cloni di iPad crescono

Come per iPhone, anche iPad ha già la sua schiera di cloni cinesi. Se l’ultimo gadget di apple, il Tablet con funzioni di e-reader iPad ha venduto 2 milioni di unità in meno di 60 giorni, i cloni sono già pronti a invadere il mercato: dalla Cina, con furore, ecco gli iPad-tarocchi.

Uno si chiama iPed (qui in video) ed è disponibile sul sito di Techi: già in commercio nell’area di Shenzen, l’Iped costa 105 dollari (un quinto circa rispetto al modello base di Apple) ed è dotato di sistema operativo Android di Google, 128 Mbyte di memoria e chip Intel.

Già a febbraio, inoltre, Great Loong Brother Industrial aveva messo in produzione P88. Ma non mancano: iWonder, Fusion Garage JooJoo, con una derivazione di Ubuntu; Camangi WebStation con Android; ExoPC Slate, tavoletta da 12 pollici basata su Windows 7 e Archos 9 Pc Tablet.

Poi ci sono gli anti iPad dei vendor di computer: da Hp Slate (Hurricane) con WebOs a Dell Streak, fino al Tablet Acer e ai modelli di Nvidia e Via, Asus Eee Pad e Msi WindPad.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore