Dalla videocamera al Dvd

Management

Oggi con un normale Pc e un software da poche decine di euro si possono
produrre in casa filmati di buona qualità, e spendendo poco di più sihanno a disposizione soluzioni professionali un tempo inaccessibili peril prezzo troppo elevato

Curiosando in qualsiasi negozio di elettronica ci si rende subito conto di come le tecnologie digitali abbiano preso il sopravvento sia in campo fotografico, sia per il video. I Vhs sono quasi relegati in un angolo mentre decine di lettori Dvd fanno bella mostra di sé sugli scaffali più in vista, con i nuovi Dvd recorder a fare la parte del leone. Ad ogni nuova rivoluzione tecnologica corrispondono vantaggi tangibili per gli utenti e un generale abbattimento dei costi. Questo si verifica anche nel campo dell’editing video dove, grazie alla potenza dei Pc e alla versatilità delle periferiche Dv, oggi è possibile realizzare montaggi di qualità elevata senza spendere una fortuna e senza acquistare hardware ad hoc. Fino a qualche tempo fa per ottenere risultati professionali occorrevano dischi dedicati, schede acceleratrici e computer ottimizzati al massimo, mentre oggi con un Pentium 4 a 3 GHz, un normale disco, magari serial Ata, e una connessione Firewire si possono affrontare produzioni anche impegnative. Merito dell’hardware, ma anche dei progettisti software che hanno saputo sviluppare applicativi in grado di trarre il massimo vantaggio dall’utilizzo combinato della potenza di calcolo delle Cpu e dei processori grafici.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore